“SeCS Cathedra”, Università “Tor Vergata”. È nato il Servizio di Consulenza Sessuologica rivolto, per la prima volta, a tutta la comunità universitaria

logo-tor-vergata

SeCS Cathedra è un Servizio di Consulenza Sessuologica rivolto agli studenti e al personale docente e tecnico-amministrativo dell’Università Roma “Tor Vergata”. Si tratta di uno dei pochi servizi universitari gratuiti in Italia dedicato ai problemi sessuali e relazionali e il primo rivolto a un’intera Comunità accademica

coppia-giovaniRoma, 27 maggio 2015 – Il servizio di consulenza SeCS Cathedra nasce per accogliere le difficili richieste d’aiuto per problemi sessuali, affettivi, relazionali, oppure legati all’orientamento sessuale o all’identità di genere, alle storie di abuso e di stigma sociale legate alla sessualità e alla diversa cultura/etnia. Il Servizio si propone inoltre di guidare, chi ne ha necessità, nell’ottenere aiuto specialistico anche nell’ambito delle strutture assistenziali collegate all’Università, quali il Policlinico Tor Vergata, o presso strutture assistenziali territoriali.

Le più recenti ricerche epidemiologiche dimostrano che circa la metà della popolazione italiana sessualmente attiva ha qualche motivo per essere insoddisfatta della propria vita sessuale. “Abbiamo fortemente creduto in questo progetto nuovo e innovativo. – ha dichiarato il Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Giuseppe Novelli – SeCS Cathedra, giocando con le parole, è il nome che abbiamo scelto per il nostro Servizio di Consulenza Sessuologica specificamente rivolto agli studenti e al personale docente e tecnico-amministrativo dell’Ateneo. Si tratta di uno dei rarissimi sportelli universitari gratuiti in Italia dedicato ai problemi sessuali e relazionali e il primo e unico rivolto a un’intera Comunità accademica. Professori compresi!”.

Numerose evidenze scientifiche e cliniche dimostrano che la sessualità è tra i più importanti indici di salute psichica, fisica e relazionale. Quando si presenta un problema in uno di questi aspetti della vita, potrebbe essere proprio la sessualità a manifestarne il disagio. I comportamenti sessuali a rischio, le molteplici disfunzioni sessuali le sofferenze sentimentali correlate possono dunque rappresentare sia il risultato, sia la stessa causa di un deficit o di un’alterazione del sistema omeostatico bio-psico-sociale dell’individuo e della coppia.

Secondo il Responsabile del Servizio, Emmanuele A. Jannini, professore di Endocrinologia e Sessuologia Medica a Tor Vergata “il (buon) sesso fa stare bene, ma stare bene fa bene al sesso. Per conseguenza, una sofferenza di ordine sessuale e affettivo non può non riflettersi su tutte le attività, non ultime quelle della crescita intellettuale e della stessa capacità lavorativa. È la stessa Organizzazione Mondiale dellla Sanità a ricordarci che non si è sani se non si è anche sessualmente sani. E questo vale per studenti, docenti e per tutto il personale universitario”.

Le richieste di consulenza saranno accolte da uno staff multidisciplinare, composto da sessuologi, medici e psicologi coordinati dal responsabile del servizio Emmanuele A. Jannini, endocrinologo e andrologo, professore straordinario di Endocrinologia e Sessuologia Medica presso l’Ateneo di “Tor Vergata”.

Il servizio è attivo tutti i mercoledì, dalle 15.00 alle 18.00, presso il “Campus X” di “Tor Vergata”, via di Passo Lombardo n. 341. Appuntamenti per mail a: secscathedra@uniroma2.it o per telefono contattando il numero 0672596613, martedì e mercoledì dalle 11.00 alle 13.00.

Il Servizio SeCS Cathedra si occupa delle seguenti tematiche:

SeCS-Cathedra

Responsabile e Collaboratori del Servizio:
Prof. Emmanuele A. Jannini, Responsabile del Servizio
Dott. Daniele Mollaioli, Psicologo Sessuologo
Dott.ssa Stefania Di Sante, Medico Endocrinologo
Dott.ssa Erika Limoncin, Psicoterapeuta Sessuologa
Dott. Giacomo Ciocca, Psicologo Sessuologo
Dott.ssa Vanessa Ortensi, Psicologo Sessuologo

Di seguito la Locandina:

SeCS_locandina

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>