Riconoscimento internazionale ESMO agli hospice del San Raffaele Rocca di Papa, Montecompatri e Cassino

logo-irccs-san-raffaele-pisana

stetoscopio-prescrizione-medica

Roma, 29 ottobre 2018 – L’European Society for Medical Oncology ha insignito il Gruppo San Raffaele del titolo “Centro di Oncologia Integrata e Cure Palliative”, il massimo riconoscimento che la Società Europea Medici Oncologi rilascia a un numero limitato di centri considerati ad altissimo livello per le cure erogate al paziente affetto da cancro. Ad ottenere questa prestigiosa certificazione sono stati gli hospice di Rocca di Papa, Montecompatri e Cassino.

ESMO, il massimo organismo di scienze oncologiche europeo, ha indetto un programma, iniziato nel 2003, per incentivare l’accreditamento di centri oncologici che dimostrassero un’alta integrazione tra oncologia medica e cure palliative.

Il riconoscimento internazionale premia e certifica l’impegno profuso nella realizzazione di un programma di assistenza, oggi avallato anche dalla letteratura scientifica, che contempla la presa in carico del paziente e della sua famiglia in tutta l’evoluzione biologica della patologia neoplastica: dalla diagnosi alla stadiazione; dalla tipizzazione della malattia alle terapie specifiche e quindi alle cure palliative.

Il titolo assegnato dalla Società Europea di Medicina Oncologica riunitasi a Monaco lo scorso 21 ottobre per il suo congresso annuale premia il percorso di crescita intrapreso dal Gruppo San Raffaele volto alla validazione e certificazione di processi diagnostico/assistenziali che vedano al centro di tutto il paziente ed i suoi bisogni reali nell’ottica di una medicina sempre più patient-oriented.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *