Riabilitazione motoria per i malati di Parkinson. Nuovo progetto al Centro di Villa Sofia-Cervello

logo Azienda Ospedaliera Villa Sofia-Cervello

Palermo, 25 novembre 2016 – Parte il servizio di riabilitazione motoria e cognitivo-logopedica dei pazienti affetti dalla malattia di Parkinson, presso lo specifico ambulatorio del Cto dell’Azienda Villa Sofia-Cervello. Un’iniziativa che completa il percorso diagnostico-assistenziale della struttura coordinata dalla dott.ssa Tania Avarello, Centro di riferimento regionale per questa malattia.

Il servizio verrà presentato sabato prossimo 26 novembre presso il Centro, in occasione della giornata nazionale della malattia di Parkinson, appuntamento in tutto il territorio italiano, giunto all’ottava edizione, promosso dall’Accademia italiana per lo studio della malattia di Parkinson e i disturbi del movimento e dalla Fondazione Limpe per il Parkinson, con momenti di informazione e di confronto che coinvolgeranno oltre 90 strutture locali (testimonial Jury Chechi).

“È un progetto pilota, sostenuto dall’Assessorato regionale alla sanità – spiega la dott.ssa Avarello – che punta ad implementare ulteriormente il processo di riabilitazione, nonché a proseguire la realizzazione dell’integrazione Ospedale-Territorio, con la presa in cura in maniera globale del paziente, seguendone il percorso dallo stato iniziale (diagnostico-terapeutico) allo stadio più avanzato anche dal punto di vista riabilitativo”. Il progetto, che punta molto sulla fase posturologica e dell’equilibrio, è avviato in collaborazione con l’Unità di Medicina fisica e riabilitativa del Cto.

La giornata palermitana, si aprirà alle 9.00 all’insegna dello slogan “Cento risposte per cento domande”. All’ingresso del Centro del Cto, i pazienti potranno lasciare per iscritto, rispettando l’anonimato, dei quesiti di informazione sulla patologia, che a fine giornata avranno la dovuta risposta dai parte dei medici del Centro, la dott.ssa Avarello e la dott.ssa Letizia Rizza, che informeranno anche i partecipanti sulle novità terapeutiche in arrivo, sui risultati delle ricerche scientifiche in corso ma anche sulle terapie non farmacologiche, nutrizionali e riabilitative.

La giornata proseguirà poi con un programma articolato con momenti dimostrativi e di spettacolo. Si parte con l’accoglienza da parte dei volontari dell’Associazione Italiana Parkinsoniani – Sezione Palermo, cui seguirà un percorso dimostrativo attraverso il quale pazienti e caregiver potranno avere delle informazioni e dimostrazioni pratiche delle attività svolte dal Centro. Da parte dei componenti del team di professionisti, come Logopedista, Neuropsicologo e Fisioterapista.

Seguirà la dimostrazione pratica da parte delle due psicologhe di quanto realizzato nell’anno in corso con il Progetto “Gioca che ti passa”. Un’iniziativa, presentata nella scorsa edizione della giornata del Parkinson, che prevede l’utilizzo del Wii, la piattaforma per i videogiochi, e attraverso un telecomando wireless dà l’opportunità al paziente affetto dal Parkinson di fare attività motoria e cognitiva.

“Il progetto – sottolinea la dott.ssa Avarello – è in fase di conclusione, ed ha ottenuto un clamoroso successo presso i pazienti nonché un tangibile miglioramento degli stessi sia dal punto di vista clinico nonché psichico. Sabato verranno presentati i risultati finali”.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *