Qualità della vita del paziente oncologico: task force di psicologi, oncologi e nutrizionisti all’ospedale di Terni

 logo-azienda-ospedaliera-santa-maria-terni

Nel convegno del primo marzo nuovo esempio di collaborazione multiprofessionale per tutelare la qualità globale della vita dei pazienti durante il percorso di cura

lazzari-fatati-bracarda

Da sinistra: David Lazzari, Giuseppe Fatati, Sergio Bracarda

Terni, 25 febbraio 2019 – La qualità della vita del paziente oncologico tra alimentazione e psicologia, anche alla luce delle terapie di nuova generazione disponibili, sarà il tema al centro di un convegno organizzato dal servizio di Psicologia ospedaliera dell’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni, in collaborazione con le struttura di Oncologia e di Diabetologia e nutrizione clinica. L’appuntamento, dal titolo “Psicologia, oncologia e nutrizione per la qualità della vita”, è in programma venerdì 1 marzo nella sala conferenze della facoltà di medicina sede di Terni.

“Quella per la qualità della vita – spiega il dottor David Lazzari, responsabile del servizio di Psicologia ospedaliera del Santa Maria e presidente dell’Ordine degli Psicologi dell’Umbria – è una sfida che può essere affrontata solo in maniera sinergica fra discipline mediche e psicologiche. Il convegno rappresenta proprio un esempio concreto del lavoro multidisciplinare da tempo consolidato presso l’Azienda ospedaliera di Terni, dove medici e psicologi si confrontano costantemente durante tutto il percorso di cura, a partire dalla presa in carico. Infatti da anni ormai il lavoro d’equipe tra medici e psicologi, non soltanto punta ad alleviare la sofferenza globale del paziente ma mette la persona al centro del suo stesso sistema di cura potenziandone le risorse”.

Durante il convegno i relatori cercheranno di evidenziare le nuove terapie, come l’immunoterapia, in campo oncologico, l’importanza dell’alimentazione nella prevenzione e cura del cancro, e le migliori strategie psicologiche per tutelare la vita anche durante un percorso di malattia e di cura. Cosa si può fare oggi per migliorare la qualità della vita di un paziente oncologico? Quali le evidenze scientifiche rispetto all’alimentazione e alle terapie di nuova generazione? Questi i temi centrali del convegno ai quali si aggiungeranno le ricerche e le attività in campo psicologico a livello nazionale e locale.

I relatori del convegno saranno David Lazzari, responsabile del servizio di Psicologia ospedaliera del Santa Maria, Sergio Bracarda, direttore dell’Oncologia medica dell’ospedale di Terni, Giuseppe Fatati, direttore della struttura di Diabetologia, dietologia e nutrizione clinica; Roberta Deciantis, sempre del servizio di Psicologia ospedaliera, Barbara Broccucci, psicologa dell’AUCC (Associazione Umbra per la lotta Contro il Cancro) presso l’Azienda ospedaliera di Terni e Anna Costantini, responsabile del servizio di Psicologia dell’ospedale Sant’Andrea di Roma.

La giornata di lavoro si aprirà con i saluti del sindaco di Terni Leonardo Latini, del direttore generale dell’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni Maurizio Dal Maso e di Lucia Caligiani, direttore della struttura di Psiconcologia USL Toscana Centro e coordinatrice della Società italiana di psico-oncologia (Sipo) Toscana-Umbria.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>