Promesse e sfide dello sviluppo di nuovi farmaci in oncologia. Conferenza Internazionale della Fondazione Michelangelo

Il 2 e 3 luglio 2015 si svolgerà la terza Conferenza Internazionale della Fondazione Michelangelo presso l’Auditorium del Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, per discutere delle nuove opportunità terapeutiche per la cura del cancro

Milano, 24 giugno 2015 – La terza edizione della Conferenza Internazionale Michelangelo su “Promesse e sfide dello sviluppo di nuovi farmaci in oncologia” riunirà illustri e riconosciuti esperti italiani ed internazionali per discutere sulle nuove e più promettenti opportunità di trattamento farmacologico in oncologia.

Grazie all’impiego di nuove tecnologie di oncologia molecolare, disponiamo oggi di una migliore conoscenza dei meccanismi biologici che regolano crescita, sviluppo e diffusione dei tumori. La comprensione di questi meccanismi ha consentito di individuare i punti deboli dei tumori e di sviluppare delle terapie mirate che agiscono in maniera selettiva su alcuni processi cellulari.

Per tale ragione questi nuovi farmaci sono definiti “farmaci intelligenti” o “terapie a bersaglio molecolare”. Essi rappresentano uno dei più importanti strumenti della moderna medicina personalizzata, in quanto non vengono prescritti a tutti i pazienti indiscriminatamente, ma soltanto a quei pazienti il cui tumore presenta il bersaglio molecolare e che quindi possono significativamente beneficiare del trattamento stesso.

Nella conferenza saranno inoltre discusse le nuove opzioni di immunoterapia che hanno già dimostrato di avere il potenziale di rivoluzionare il trattamento di moltissimi tumori, aprendo nuovi ed importanti scenari di cura.

La Fondazione Michelangelo per il terzo anno è orgogliosa di confermare il premio “Gianni Bonadonna per lo sviluppo di nuovi farmaci in oncologia”. Gianni Bonadonna è stato un oncologo di fama internazionale che ha rivoluzionato la storia dell’oncologia mondiale. A lui, oltre a vari studi clinici sulla chemioterapia nel carcinoma mammario, si deve la scoperta del trattamento del linfoma di Hodgkin e sempre a lui va il merito di aver introdotto per primo in Italia la metodologia degli studi controllati in oncologia medica.

Lo studio di una generazione di nuovi farmaci rappresenta una grande sfida, ma anche una preziosa promessa per il futuro della terapia del cancro.
Il premio di 20.000 euro sarà assegnato ad un progetto originale di ricerca clinica oncologica per lo sviluppo di nuovi farmaci e si rivolge ai ricercatori fino a 40 anni di età.

Di seguito il programma dell’evento:

Program – 3rd International Michelangelo Conference

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>