Prevenzione senologica, Open Day con consulenze gratuite in Toscana

logo-azienda-usl-toscana-sud-est-arezzo

agnolucci-gruppo

Arezzo, 23 ottobre 2019 – In occasione del mese di ottobre, dedicato alla prevenzione del tumore al seno, sabato prossimo 26 è in programma un Open Day alla Diagnostica Senologica (Palazzina Calcit) di Arezzo. Dalle 10.00 alle 12.30 i cittadini, in particolare le donne, potranno visitare la struttura e chiedere informazioni al personale.

“Abbiamo voluto organizzare questa iniziativa per consentire alle donne di prendere visione dei macchinari utilizzati per effettuare i test diagnostici e per raccogliere materiale informativo – spiega il direttore Giovanni Angiolucci – I nostri professionisti saranno disponibili a fornire informazioni sulle modalità organizzative e sugli aspetti tecnico/scientifici, ad esempio sintomi e segni di allarme, autoesame del seno, modalità di effettuazione della mammografia”.

Da sottolineare che l’autoesame del seno e l’esame clinico rimangono un punto fermo nella diagnostica senologica per l’identificazione di alcuni tumori a rapida crescita o che non siano ben visibili alle metodiche di imaging.

La mammografia è il primo esame raccomandato nelle donne a partire dai 45 anni, mentre nella fascia di età 40-44 l’esame viene individualizzato in accordo con il medico di medicina generale, a seconda del livello di rischio.
L’ecografia è un esame complementare alla mammografia: solo nella donna al di sotto dei 40 anni con nodulo palpabile diventa un esame di primo livello.

Il carcinoma della mammella è la neoplasia maligna più frequente nelle donne (25% di tutti i cancri) ed è responsabile del 14,3% delle morti per cancro nel sesso femminile. In Italia, secondo l’ultima pubblicazione AIRTUM sui numeri del cancro (2018), il carcinoma della mammella rappresenta il tumore più frequentemente diagnosticato (considerando l’intera popolazione, donne e uomini insieme).

In Italia vivono 779.000 donne che hanno avuto una diagnosi di carcinoma alla mammella, pari al 43% di tutte le donne che convivono con una pregressa diagnosi di tumore. Mediamente, per una donna italiana, il rischio di ammalarsi nel corso della vita è oggi del 13%: circa una donna su 45 si ammala entro i 50 anni, una su 19 tra i 50 e i 69 anni, e una donna su 23 tra i 70 e gli 84 anni.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *