Osteoporosi, gli specialisti incontrano i cittadini. Appuntamento a Genova con Asl3 Liguria

Genova, 17 dicembre 2019 – È vero che con una corretta alimentazione posso combattere l’osteoporosi? Attraverso l’esercizio fisico posso evitare le cadute? La vitamina D è un toccasana per le ossa? Quando entro in menopausa devo stare più attenta alla salute delle mie ossa?

Queste sono solo alcune delle domande che troveranno risposta giovedì 19 dicembre a Palazzo Ducale nell’ambito dell’incontro “Sostieni le tue ossa!” dedicato all’osteoporosi, patologia che oggi grazie a una corretta prevenzione è possibile combattere. Consigli, indicazioni e strategie saranno oggetto dell’incontro. La task force di specialisti Asl3 Liguria sarà infatti a disposizione della cittadinanza nella Sala del Minor Consiglio a partire dalle 17.30 (fino alle 19.30).

“Sono attualmente circa 4 milioni di donne e circa 1 milione di uomini – spiega il dott. Gerolamo Bianchi, Direttore della S.C. Reumatologia Asl3 – le persone affette da osteoporosi in Italia. Si tratta di una patologia che si manifesta a partire dalla menopausa e dopo i 65 anni nell’uomo, per la quale possono essere attuati interventi estremamente efficaci a livello di prevenzione, diagnosi precoce e precoce trattamento. Fattori chiave sono l’adozione di  sani stili di vita e di alimentazione, l’esecuzione di un esame densitometrico (MOC) nel caso siano presenti fattori di rischio, l’integrazione con vitamina D e farmaci specifici. Sono questi i principali strumenti per predisporre strategie efficaci per la prevenzione e il benessere”.

L’evento, patrocinato da Regione Liguria, A.Li.Sa. e Asl3, sarà aperto dai saluti di Sonia Viale, Vice Presidente e Assessore alla Sanità della Regione Liguria, Walter Locatelli, Commissario Straordinario A.Li.Sa, e sarà introdotto da Luigi Carlo Bottaro, Direttore Generale Asl3. A moderare l’incontro Guido Filippi, Giornalista staff centrale Il Secolo XIX.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *