Oncoematologia pediatrica, inaugurato nuovo reparto all’ospedale Infantile Regina Margherita di Torino

logo-aou-citta-della-salute-e-della-scienza-di-torino

oncoematologia-pediatrica-ospedale-regina-margherita-torino

Torino, 5 novembre 2019 – Una giornata importante quella di oggi, in cui è stata inaugurata la nuova degenza di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute di Torino (diretto dalla professoressa Franca Fagioli) con 16 camere singole, spazi dedicati all’attività ludica (sala giochi e spazio adolescenti), all’attività educativa (nido e scuola di ogni ordine e grado) ed ai genitori. Un nuovo importantissimo traguardo per la sezione Piemonte dell’Associazione Adisco, presieduta da Maria Teresa Lavazza.

Il reparto di Degenza di Oncoematologia pediatrica è ubicato al quinto piano dell’ospedale Infantile Regina Margherita e conta una superficie di circa 900 mq. Collocandolo al medesimo piano dei vicini reparti di “Day Hospital” e di “Centro Trapianti Cellule Staminali” si è voluto creare un percorso diagnostico-terapeutico sinergico ed omogeneo per il paziente, attraverso una continuità sia estetica che funzionale tra i tre reparti.

L’intimità di ogni paziente e della sua famiglia trova spazio nelle sedici camere di degenza, nelle quali si è ricreato un ambiente il più possibile familiare e domestico.
La sala gioco-svago comune rappresenta il vero fulcro del reparto: si tratta di un’area dedicata ai giovani pazienti ed alle loro famiglie. Qui la natura si trasforma in architettura: i due pilastri, trasformati in alberi con le loro fronde, scandiscono lo spazio di un ambiente raddoppiato negli spazi e completamente rinnovato, grazie alla nuova illuminazione, ai nuovi arredi ed alle particolari nicchie dedicate alla lettura.

L’inaugurazione del reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Regina Margherita è un risultato concreto che ha richiesto importanti investimenti pari a circa 1 milione e 500 mila euro, di cui 1 milione erogato da Adisco – Sezione Piemonte e 500mila euro da Compagnia di San Paolo. I lavori sono durati complessivamente solo cinque mesi e mezzo.

“Inauguriamo un reparto di degenza gioiello per i nostri piccoli pazienti e le loro famiglie. Una ristrutturazione che esalta sia l’aspetto del percorso diagnostico terapeutico sia quello dell’umanizzazione degli ambienti ospedalieri. Si tratta di un reparto che valorizza sempre più le eccellenze delle specialità pediatriche della nostra Azienda Città della Salute sia a livello piemontese sia a livello nazionale. Ringraziamo per il costante sostegno e la sempre fattiva collaborazione Adisco – Sezione Piemonte e Compagnia di San Paolo” dichiara Silvio Falco, Direttore Generale della Città della Salute di Torino.

“Il nuovo reparto – dichiara Franca Fagioli, Direttore Oncoematologia pediatrica – è stato concepito sia per garantire il diritto alla privacy del bambino e dell’adolescente ammalato di tumore, sia per offrire attività ludiche, ricreative e riabilitative in spazi dedicati. All’umanizzazione è stata coniugata l’innovazione tecnologica, tutte le stanze sono dotate di monitoraggio continuo, requisito indispensabile per la conduzione di sperimentazioni cliniche”.

L’Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Regina Margherita è il Centro di riferimento Interregionale della Rete di Oncoematologia pediatrica del Piemonte e Valle d’Aosta ed accoglie un numero sempre maggiore di pazienti di età compresa tra 0 e 18 anni, più di 200 nuovi casi all’anno.

In qualità di Centro di riferimento è l’unico abilitato alla diagnosi e impostazione del percorso terapeutico e collabora con dieci Unità satellite distribuite sul territorio regionale. A livello nazionale è uno dei Centri con maggiore arruolamento nell’ambito della Rete dell’Associazione Italiana di Ematologia ed Oncologia Pediatrica (AIEOP). Nel 2017 l’Oncoematologia pediatrica del Regina Margherita è stata identificata quale uno dei Centri della Rete europea PaedCan ERN (European Rererence Network).

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>