Obesity Day, i consigli degli esperti del San Donato di Arezzo

logo-azienda-usl-toscana-sud-est-arezzo

Martedì 10 ottobre una postazione con professionisti sarà a disposizione dei cittadini nella lotta al sovrappeso

ragu-cibo

Arezzo, 9 ottobre 2017 – Domani, martedì 10 ottobre è in programma l’Obesity Day, la giornata nazionale per la prevenzione e cura del sovrappeso e obesità, ideata dall’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, il Dipartimento della Prevenzione e il Dipartimento delle Professioni Tecnico Sanitarie, della Riabilitazione dell’Azienda USL Toscana sud est aderiscono all’iniziativa.

Dalle 9.00 alle 13.30 presso la hall dell’Ospedale San Donato di Arezzo saranno presenti degli esperti per dare indicazioni sulla corretta alimentazione e verrà proposta la compilazione di un questionario.

Quest’anno l’Obesity Day si è arricchito di un decalogo “dieta mediterranea regionale”, composto da dieci regole sui corretti stili di vita. La ricetta per essere in forma, o meglio, per mangiare con gusto e misura non è poi tanto difficile: basta proporsi obiettivi raggiungibili; fare dai 4 ai 5 piccoli pasti al giorno, ricordandosi di inserire molta verdura di stagione, 3-4 frutti al giorno e fuori dai pasti principali, pesce almeno due volte a settimana; non eliminare pasta, pane e patate ma razionarli, tenendo conto che i condimenti devono essere misurati; che si deve masticare con calma e con bocconi piccoli e soprattutto fare movimento.

Insieme a tutto questo, è importante non saltare i pasti, ricordandosi che la colazione è un momento importante. E’ bene evitare il proibizionismo esasperato e considerare che ogni persona deve fare la scelta giusta per la propria alimentazione.

Recuperare e far conoscere gli stili alimentari regionali è un’azione culturale auspicabile, pertanto gli esperti illustreranno la Piramide Alimentare Toscana e il progetto “Pranzo sano fuori casa”, condiviso e realizzato con il mondo della ristorazione.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>