Nuovo Nido d’infanzia all’AOU Careggi di Firenze. Domani l’inaugurazione

logo-azienda-ospedaliera-universitaria-careggi-firenze

nido-careggiFirenze, 17 novembre 2016 – Sarà inaugurato domani alle 12.00 il nuovo Nido d’infanzia dell’Ospedale Careggi dedicato a bambini e bambine dai 12 ai 36 mesi in prevalenza dei dipendenti dell’Azienda ospedaliero-universitaria, ma anche dei residenti nel quartiere fiorentino di Rifredi. Alla prima apertura della struttura, realizzata con il restauro di una casa colonica nella zona verde verso la parte collinare dell’area ospedaliera, a Firenze sul Viale Pieraccini 27 saranno presenti, oltre a Monica Calamai direttore generale dell’AOUC, Luca Lotti sottosegretario di Stato alla Presidenza del consiglio dei ministri, Cristina Giachi vicesindaco e assessore alla Scuola del Comune di Firenze, Stefania Saccardi assessore al Diritto alla salute della Regione Toscana.

In occasione del taglio del nastro il nuovo Nido sarà battezzato con la scopertura di una targa che ne svelerà il nome. La cooperativa l’Abbaino del gruppo Co&So gestirà la struttura di Careggi proponendo un modello educativo basato prevalentemente su attività all’aperto e a contatto con la natura. Questo è possibile grazie al restauro di un giardino spazioso nel quale è stato costruito un grande gazebo ornato da aiuole con piante profumate con cui i piccoli potranno interagire in modo divertente e istruttivo.

Bandite giostre e giochi di plastica sono disponibili solo arredi naturali dove i bambini e le bambine potranno sperimentare utilizzando foglie, rami e piantine che popoleranno un grande tappeto d’erba fra collinette, alberelli e cespugli per giocare e fare amicizia. All’interno del Nido sono attrezzate tre ampie stanze dove imparare e stare insieme anche grazie a vari laboratori, dalla cucina alle esperienze multimediali.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *