Neonati critici e prematuri, nuova dotazione per il reparto TIN del Policlinico di Sant’Orsola

Bologna, 26 giugno 2020 – HeRoduetHeart Rate Observation System è un sistema di analisi non invasivo che acquisisce ed elabora il tracciato ecocardiografico del neonato senza alcun contatto diretto ma con un solo collegamento al monitor, analizzando i dati di due piccoli pazienti in contemporanea. Hero Score, coadiuvato dalla percezione clinica dello stato di salute del neonato, risulta essere un parametro fondamentale nel diagnosticare precocemente l’insorgere di sepsi o alterazione del quadro cardiovascolare.

Nella TIN del Sant’Orsola ogni anno vengono ricoverati circa 350 neonati in situazioni critiche, provenienti da tutta la Regione. Tra questi, circa 50-60 sono nati pretermine con un peso alla nascita inferiore a 1,5 kg.

“Proprio questi bimbi, particolarmente fragili – spiega il prof. Luigi Corvaglia, direttore della Struttura Semplice di Terapia Intensiva Neonatale del Sant’Orsola – possono sviluppare complicanze come infezioni, enterocolite necrotizzante o problematiche cardiologiche ed emodinamiche importanti. Grazie al supporto di questa nuova tecnologia che ci fornisce indicatori di rischio per ciascun prematuro, è più semplice anticipare il sospetto clinico e di conseguenza intervenire con terapie tempestive e personalizzate, capaci di fare la differenza nella prognosi di questi piccoli”.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *