Medicina del Sonno in età pediatrica, nasce a Torino il progetto “Rotary per l’infanzia”

logo-aou-citta-della-salute-e-della-scienza-di-torino

bambino-sonno

Torino, 1 febbraio 2019 – Nasce il progetto “Rotary per l’infanzia” per la donazione di un Sistema Cardiorespiratorio al Centro di Medicina del Sonno in età pediatrica e della SIDS dell’ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute di Torino.
Si tratta di un progetto per la tutela e la salute dei bambini che prevede il contributo alla donazione di un sistema cardiorespiratorio del tipo Embletta MPR MPR PG – XS predisposto a future implementazioni.

Questa strumentazione consentirà di approfondire i disturbi cardiorespiratori ed anche altre patologie del sonno di natura neurologica.
Grazie a questa donazione si supporterà l’attività di diagnostica per lo svolgimento di un corretto approccio clinico e strumentale sui vari livelli di complessità e potrà garantire ai piccoli pazienti esami sempre all’avanguardia che consentiranno una diagnosi precoce delle patologie del sonno in età pediatrica grazie a strumenti di ultima generazione.

L’esistenza in Piemonte di un Centro della Medicina del Sonno e della SIDS ha oggi permesso, attraverso la sua grande esperienza, di tutelare una grande categoria di bambini a rischio.
L’esperienza negli anni dell’attività del Centro della Medicina del Sonno e della SIDS estesa a tutte le patologie del sonno del bambino ha aumentato il bagaglio esperienziale del personale e rende necessario l’utilizzo di nuova strumentazione che sia adeguata ai tempi ed alle attività svolte dal Centro stesso.

L’Associazione e i Rotary Club invitano tutti a partecipare alla consegna della strumentazione prevista lunedì 4 febbraio 2019 alle ore 17.00, presso l’ Aula Magna sita al piano terra dell’ospedale Infantile Regina Margherita di Torino.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>