Mangiare funghi sì, ma in sicurezza. Come evitare le intossicazioni

logo-azienda-usl-toscana-sud-est-arezzo

Appello dell’Ispettorato Micologico ai cercatori di funghi. Dal 1 settembre sportelli aperti in ogni zona della ASL Toscana. Un servizio gratuito

funghi-1Arezzo, 15 settembre 2016 – La stagione dei funghi sta per iniziare, acqua abbondante e sole determinano una situazione ideale per la nascita fungina. L’Ispettorato Micologico della ASL Toscana, al fine della prevenzione delle intossicazioni da funghi tossici e velenosi, raccomanda a tutti i cittadini di sottoporre gratuitamente alla identificazione micologica tutti i funghi raccolti o regalati per accertare la loro commestibilità prima del consumo.

Solo il micologo, tramite l’osservazione e le conoscenze morfo-botaniche può determinare la commestibilità o tossicità delle specie dei funghi e pertanto sono assolutamente da evitare i mezzi empirici di riconoscimento dei funghi tossici quali la prova dell’aglio, dell’argento, il consumo da parte delle lumache o del “sentito dire”.

Considerato inoltre il verificarsi di casi di intossicazione a seguito del consumo di funghi commestibili in cattivo stato di conservazione o non cotti in modo adeguato, l’Ispettorato Micologico raccomanda di:

  • consumare funghi in buono stato di conservazione e ben cotti;
  • non essiccare funghi se non si è certi della loro commestibilità in quanto le tossine non vengono neutralizzate con l’ essiccazione;
  • prestare molta attenzione nella preparazione domestica di funghi sott’olio per evitare lo sviluppo di spore di Clostridium botulinum, batterio responsabile della produzione di tossine letali per l’uomo.

Come tutti gli anni, dal 1° settembre al 30 novembre, i micologi dell’Ispettorato, presenti in tutte le cinque zone della ASL Toscana, garantiranno il servizio di consulenza micologica gratuita ai cittadini nei giorni e negli orari di seguito specificati:

tabella-servizio-micologico-toscana-arezzo

Al di fuori dei giorni e degli orari di cui sopra, in caso di necessità, è possibile prendere appuntamento telefonico con i micologi i quali, compatibilmente con le esigenze di servizio, potranno effettuare la consulenza micologica gratuita richiesta.

funghi-2ATTENZIONE: la Usl Toscana sud est ha attivato i turni di “pronta disponibilità” per i propri micologi, che possono essere chiamati dai medici dei pronto soccorso di tutta l’Azienda, se si presentano casi di intossicazione da funghi. L’intervento del micologo, infatti, consente di individuare la specie responsabile dell’intossicazione, con il massimo margine di sicurezza possibile, dando l’opportunità ai medici di somministrare le cure del caso e la specifica terapia farmacologica in tempi rapidi.

È importante che chi si presenta in pronto soccorso per una sospetta intossicazione da funghi, fornisca, quando possibile, i resti del pasto o altri eventuali funghi non ancora ingeriti. Questo facilita i micologi nell’identificazione della specie responsabile dell’avvelenamento, risparmiando tempo prezioso per l’inizio della terapia adeguata al caso.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>