Maltempo, CRI Roma aumenta posti per accogliere persone senza dimora

logo-croce-rossa-italiana-cri

poverta-senzatetto

Roma, 24 febbraio 2018 – La Croce Rossa di Roma aumenta da oggi la capacità di accoglienza nella sua sede di Via Ramazzini con altri 60 posti che si aggiungono agli attuali 150. Lo comunica la Presidente Debora Diodati, dopo che questa mattina una delegazione della CRI romana ha partecipato insieme ad altre associazioni ad un incontro presso il Dipartimento Politiche Sociali dal Comune di Roma per l’emergenza freddo.

“Ci siamo attivati in queste ore di emergenza per il maltempo e siamo riusciti ad aumentare per due settimane l’accoglienza nella nostra sede per le persone senza dimora. Attualmente nello spazio allestito a Via Ramazzini stiamo accogliendo 150 persone da alcune settimane per l’emergenza freddo. Da domani ne potremo accogliere altre 60. Sempre su segnalazione della Sala Operativa Sociale del Comune di Roma. Continuiamo ad accogliere perone che hanno bisogno di un ricovero anche nella sede di via Dandolo a Trastevere in collaborazione con il Primo Municipio, le Acli e l’Ipab Sant’Alessio, a Ostia e nel Presidio Umanitario di Via del Frantoio al Tiburtino dove ospitiamo 80 persone”.

“Prosegue anche l’uscita delle Unità di Strada e stiamo raccogliendo coperte e sacchi a pelo da chi vuole aiutarci in questo impegno che ci vede in campo per assistere le persone senza dimora della Capitale. Un grande impegno reso possibile anche grazie ai nostri Volontari oltre che agli operatori dell’area sociale. A disposizione di tutti c’è anche il numero della nostra Sala Operativa 06.5510 per segnalare eventuali emergenze”, conclude Debora Diodati.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *