Malattie rare, prestigiosa nomina ministeriale per il prof. Maurizio Scarpa

logo-azienda-sanitaria-universitaria-integrata-udine

prof-maurizio-scarpa-udine

Prof. Maurizio Scarpa

Udine, 22 luglio 2019 – Il prof. Maurizio Scarpa, Direttore del Centro di riferimento regionale per le Malattie Rare dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine, è stato recentemente nominato quale componente del Gruppo di lavoro – istituito presso il Ministero della Salute – finalizzato a fornire indicazioni e criteri utili alla predisposizione di una proposta di aggiornamento del Piano Nazionale delle Malattie Rare con l’obiettivo di introdurre nuove modalità operative utili per favorire l’integrazione della rete nazionale con le reti europee.

Il prof. Scarpa, Coordinatore della Rete di riferimento europea sui disturbi ereditari del metabolismo, vanta una lunga esperienza internazionale nel Regno Unito (Londra), negli Usa (Houston) e in Germania (Heidelberg e Wiesbaden), dal 2016 Scarpa è il coordinatore della Rete di riferimento europeo per le malattie metaboliche (MetabERN) che segue 43mila pazienti in Europa.

Scarpa vanta un’estesa esperienza circa la ricerca di base in tema di genetica e biotecnologia che si abbinano ad un’importante conoscenza di clinica, diagnostica, management e trattamento per le malattie rare metaboliche ereditarie. Per questo il prof. Scarpa, autore di circa 140 pubblicazioni internazionali e di capitoli di libri, è costantemente invitato come relatore ai più importanti congressi nazionali ed internazionali sulle malattie rare. Il suo principale interesse di ricerca é sullo sviluppo di nuove tecnologie per il trasferimento di farmaci attraverso la barriera ematoencefalica, nuove metodologie per la diagnosi precoce delle malattie rare neurometaboliche e nuove metodologie per il disegno di trials clinici.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *