L’incontro al Gemelli di Lorella Cuccarini con i piccoli pazienti malati di tumore per la chiusura della Campagna – Progetto HOME di Trenta Ore per la Vita

logo-gemelli-def

Insieme per la costruzione di una rete di video diagnostica per combattere i tumori cerebrali pediatrici e limitare gli spostamenti di bambini e famiglie in cura al Policlinico

AG1_2264Roma, 25 aprile 2015 – “Visitando reparti ospedalieri come quelli di Oncologia pediatrica o di Neurochirurgia infantile ci sentiamo sempre molto fortunati e immediatamente vicini ai piccoli ricoverati che insieme ai loro genitori e ai medici e agli operatori sanitari stanno combattendo insieme la battaglia per la vita: per questo dobbiamo tutti generosamente donare per l’assistenza e la cura delle malattie, soprattutto di quelle pediatriche e tra queste le malattie più impegnative da sconfiggere come i tumori”.

AG1_2300Si è conclusa con questa riflessione e con questo partecipe invito la visita di Lorella Cuccarini, socio fondatore e testimonial di Trenta Ore per la Vita, avvenuta ieri mattina al Policlinico Universitario “Agostino Gemelli” a conclusione delle due prime settimane della Campagna di raccolta fondi 2015 – Progetto HOME.

AG1_2336Lorella Cuccarini, accolta dall’ing. Enrico Zampedri, Direttore Generale del Policlinico Gemelli, insieme al dott. Giorgio Casati, Dirigente Amministrativo ha incontrato e si è intrattenuta a lungo con bambini e adolescenti ricoverati nei reparti di Oncologia pediatrica e di Neurochirurgia infantile del Gemelli insieme ai lori familiari.

AG1_2373Ad accompagnare la Cuccarini insieme alla Presidente di “Trenta Ore per la Vita” Rita Salci, in questo emotivamente coinvolgente incontro, i Direttori delle Unità Operative coinvolte nel progetto di rete “video diagnostica” contro i tumori cerebrali pediatrici “Insieme per la salute” sostenuto da Trenta Ore: i professori Riccardo Riccardi (Oncologia Pediatrica), Massimo Caldarelli (Neurochirurgia Infantile) e Cesare Colosimo (Radiodiagnostica e Neuroradiologia), coordinatore del progetto di telemedicina che coinvolge inizialmente i centri ospedalieri di Frosinone, Oristano e Caltanissetta.

AG1_2446“Sono state due settimane intense e piene di soddisfazioni – ha raccontato Cuccarini a margine della sua visita – abbiamo avuto tanti incontri preziosi come quelli di oggi e conosciuto tantissime persone che hanno bisogno di noi. Centri di eccellenza come il Policlinico Gemelli rappresentano quegli spazi di assistenza e cura fondamentali non solo per la medicina, ma anche per l’umanità che le situazioni di malattia comportano e mettono alla prova”.

AG1_2279Quest’anno il Policlinico Gemelli partecipa alla Campagna di raccolta fondi per il Progetto HOME, dedicato in particolare ai bambini malati di tumore, con il progetto di costruzione di una “rete di video-diagnostica” mirata a curare a distanza piccoli pazienti con tumori cerebrali e limitare gli spostamenti di bambini e famiglie dalla propria residenza. Per realizzarlo occorre comporre entro la mezzanotte di domenica 26 aprile il numero solidale 45594.

La raccolta fondi per il Progetto HOME e per “Insieme per la salute” proseguirà fino al 31 ottobre: sarà possibile donare con conto corrente postale o con carta di credito (ccp 571000 intestato a Associazione Trenta Ore per la Vita); con carta di credito al numero verde 800 33 22 11 o sul sito www.trentaore.org fino al 31 ottobre 2015.

AG1_2439

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *