L’alimentazione nei primi 1.000 giorni di vita. All’Università di Torino arriva “Take Care of Children”

logo-universita-torino

L’educazione alla dieta mediterranea comincia nel grembo materno

neonato-allattamentoTorino, 14 settembre 2016 – Doppio appuntamento, dal 16 al 18 settembre ad Alba (CN) e dal 12 al 13 novembre a Imperia, con la Summer School “Take Care of Children”, il primo corso intensivo in Italia dedicato all’importanza della dieta mediterranea durante i primi 1.000 giorni di vita, dal concepimento alla primissima infanzia.

Organizzato dalla Scuola di Medicina dell’Università di Torino, in collaborazione con l’Agenzia regionale In Liguria e con Food Cleanic, il convegno si rivolge a professionalità mediche che si occupano della salute del bambino e della sua famiglia – pediatri, ginecologi, ostetrici, dietologi, dietisti – e si articola in più momenti di approfondimento, durante i quali docenti ed esperti affrontano il tema della salute alimentare con un approccio interdisciplinare.

Per millenni, la dieta mediterranea è stata un’abitudine quotidiana per chi viveva nel bacino del Mediterraneo. Riconosciuta patrimonio immateriale dell’umanità dall’UNESCO nel 2010, oggi se ne riconosce l’associazione con la longevità e con la riduzione del rischio di sviluppare malattie croniche come cancro e disturbi cardiovascolari. Secondo studi recenti, infatti, anche se sembrano lontane dall’età pediatrica, le cosiddette malattie non trasmissibili (o NCD, non communicable disease) sono fortemente influenzate dall’alimentazione e dallo stile di vita materno già durante la gestazione. Purtroppo, però, i dati di uno studio multicentrico appena concluso mostrano che in Italia c’è scarsa adesione alla dieta mediterranea.

Fare formazione su questi temi costituisce oggi il migliore investimento a favore della qualità di vita e della salute dei futuri adulti. Per questo la Summer School, con un programma che si sviluppa in lezioni e studio di casi clinici, illustrerà, tra le altre cose, le proprietà benefiche di risorse del territorio italiano come l’olio evo o il latte d’asina, il più simile a quello materno e il meno allergenico tra le alternative proposte nella fase di allattamento.

In particolare, i contenuti della prima parte della Summer School, che si terrà presso la Sala Convegni della Fondazione Banca d’Alba di Alba (CN), dal 16 al 18 settembre 2016, verteranno su: “La dieta mediterranea e l’allattamento al seno, “L’alimentazione e lo stile di vita, dallo svezzamento alla prima infanzia fino alle implicazioni per la vita futura”. A seguire, il 12 e 13 Novembre, presso l’Auditorium della Camera di Commercio di Imperia, avranno luogo due giornate teorico-pratiche, aperte ad un massimo di 30 partecipanti, dal titolo “L’olio d’oliva ella dieta mediterranea per i primi 1000 giorni di vita”. La frequenza del corso consentirà l’attribuzione di crediti ECM.

I responsabili scientifici dell’evento, che vedrà la partecipazione del Rettore dell’Università di Torino, Gianmaria Ajani, e del Direttore della Scuola di Medicina, Ezio Ghigo, sono Enrico Bertino (Direttore del reparto di Neonatologia dell’Università di Torino), Etta Finocchiaro (Dirigente medico della SC Dietetica e Nutrizione Clinica AOU Città della Salute e della Scienza di Torino) e Gianfranco Trapani (pediatra nutrizionista, autore di numerose pubblicazioni sull’argomento).

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *