La terapia elettrica dell’insufficienza cardiaca sistolica cronica. Corso a Siena

logo-aou-senese

roberto-favilli-aou-senese

Dott. Roberto Favilli

Siena, 20 settembre 2016 – La terapia elettrica dell’insufficienza cardiaca sistolica cronica. Questo il titolo del corso, promosso dall’Accademia Nazionale di Medicina, che si terrà a Siena venerdì 23 settembre presso l’Hotel degli Ulivi in via Lombardi 41, dalle ore 9.30 alle 17.00.

L’introduzione della giornata sarà affidata al dott. Roberto Favilli, direttore della UOC Cardiologia Ospedaliera e del Dipartimento cardio-toraco-vascolare del policlinico Le Scotte di Siena.

“La terapia dell’insufficienza cardiaca – spiega il dott. Favilli – negli ultimi anni ha prodotto risultati clinici molto significativi in termini di riduzione della mortalità globale e della morte improvvisa. La progressione per gradini (farmaci, devices elettrici, speciali trattamenti in UTIC, sistemi di assistenza meccanica brigde e destination, trapianto cardiaco) si è potuta realizzare grazie all’avanzamento tecnologico e alla costruzione di centri cardiologici-cardiochirurgici di alta specializzazione specificatamente dedicati, che operano costantemente in équipe”.

valerio-zaca-aou-senese

Dott. Valerio Zacà

Uno dei direttori del corso è il dott. Valerio Zacà della UOSA Aritmologia Diagnostica e Interventistica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese. “Il corso – dichiara il dott. Zacà – si propone di aumentare le conoscenze riguardo alle possibili opzioni di trattamento non farmacologico in pazienti con insufficienza cardiaca sistolica cronica”.

Il corso, diviso in cinque sezioni, sarà accreditato ai medici specialisti in cardiologia, medicina interna e geriatria con sei crediti formativi. “L’innovazione tecnologica – conclude il dott. Valerio Zacà – impone di contestualizzare le terapie elettriche potenzialmente salvavita in un ambito di selezione appropriata dei pazienti. L’identificazione dei pazienti candidati a tali procedure rappresenta una fase di criticità che il corso si propone di affrontare in modo pragmatico per favorirne il superamento”.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *