Innovazione: ENEA fra i 7 big del piano USA per le smart city

logo-enea

citta-grattacieliRoma, 13 ottobre 2016 – Ci sarà anche l’ENEA nel White House Smart Cities Initiative, il piano da 80 milioni di dollari per le smart city lanciato dalla Casa Bianca in questi giorni. L’Agenzia per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile è stata chiamata dal coordinatore dell’iniziativa, il National Institute of Standards and Technology (NIST), a far parte di una coalizione scientifica composta da sette istituzioni di eccellenza del settore che dovrà arrivare – entro l’estate 2017 – all’implementazione di un Internet of Things-Enabled Smart City Framework.

L’obiettivo è individuare i punti-chiave e valutare come le diverse tecnologie, sistemi e linguaggi per ‘far funzionare’ una città intelligente possano integrarsi, cooperare e scambiarsi informazioni, all’insegna dell’interoperabilità.

Oltre a NIST ed ENEA, le istituzioni coinvolte sono American National Standards Institute (ANSI), U.S. Green Building Council (USGBC), European Telecommunications Standards Institute (ETSI), la piattaforma FIWARE dell’Unione europea e il Ministry of Science ICT and Future Planning della Repubblica di Corea.

All’ENEA è stato affidato il compito di identificare architetture e standard per la smart city utilizzati in Italia e in Europa per l’integrazione di diverse funzionalità quali la gestione degli edifici e delle abitazioni, dell’illuminazione pubblica e del traffico, la protezione delle infrastrutture critiche urbane, l’interazione con i cittadini. In particolare, i ricercatori della Divisione Smart Energy dell’Agenzia dovranno identificare le modalità con cui i vari servizi urbani scambiano tra loro le informazioni in modo standardizzato.

A livello nazionale l’Agenzia ha già sviluppato diversi progetti di smart city fra i quali, ad esempio, il Public Energy Living Lab (PELL), City 2.0, Brescia Smart Living, Smart Basilicata e RoMA. Inoltre si è occupata dello smart ring dell’Aquila, un’esperienza pilota di sviluppo urbano basata su un anello stradale con installazioni intelligenti di illuminazione pubblica, mobilità sostenibile, gestione energetica degli edifici e monitoraggio ambientale.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *