Ictus cerebrale e fibrillazione atriale. Screening gratuiti a Ferrara

logo-aou-ferrara

medico-visita-pressione

Ferrara, 26 maggio 2017 – Nel mese dedicato all’Ictus, fa tappa a Ferrara la campagna di informazione e prevenzione promossa da A.L.I.Ce Emilia Romagna, volta a sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione dell’ictus cerebrale.

I volontari di A.L.I.Ce Ferrara Onlus (Associazione Lotta all’Ictus Cerebrale) in collaborazione con personale medico altamente specializzato (Neurologi e Cardiologi dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara) oltre a infermieri dedicati organizza: “Ascolta il tuo Cuore per salvare il Tuo Cervello … come riconoscere con gesti semplici la fibrillazione atriale”.

Domenica 28 maggio, in Piazza Savonarola dalle ore 9,30 alle ore 18,00 medici del S. Anna, oltre a volontari dell’Associazione e personale infermieristico, saranno a disposizione dei cittadini per effettuare gratuitamente uno screening sui alcuni parametri, come la misurazione della pressione arteriosa e la rilevazione di un’eventuale anomalia del ritmo cardiaco, come ad esempio la Fibrillazione Atriale.

Al termine verrà rilasciato un documento che potrà essere consegnato (a discrezione dell’interessato) al medico di famiglia. La verifica della fibrillazione atriale è un fondamentale supporto per il medico di base che potrà così effettuare i migliori trattamenti.
Verrà, inoltre, distribuito materiale informativo per approfondimenti e fornire spiegazioni ad hoc.

Attraverso gesti semplici chiunque può imparare a conoscere e prevenire uno dei maggiori fattori di rischio di ictus: la fibrillazione atriale, il più comune disordine del ritmo cardiaco. I pazienti con fattore fibrillazione atriale hanno fattore di rischio Ictus 5 volte superiore a quelli che non hanno fibrillazione atriale.

Una frequente anomalia del ritmo cardiaco è causa del 15-20% di tutti gli ictus trombo-embolici. In Emilia Romagna i soggetti affetti da fibrillazione atriale sono circa 60.000 con un’incidenza di circa 13.000 nuovi casi all’anno.
L’informazione è una delle prime attività per fare prevenzione, soprattutto parlando dell’ictus. E’ importante sensibilizzare l’opinione pubblica su questo problema.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>