Health Technology Challenge, lanciato il premio per le soluzioni tecnologiche in sanità

logo-aiic-challenge

lorenzo-leogrande -aiic

Ing. Lorenzo Leogrande

Roma, 8 marzo 2018 – Challenge è un termine mutuato dall’inglese che si traduce letteralmente con ‘sfida’. Il primo Health Technology Challenge (HTC) proposto dall’Associazione Italiana Ingegneri Clinici ha proprio le caratteristiche di una ‘sfida’: è infatti un’iniziativa con cui AIIC vuole dare spazio alla presentazione di esperienze e soluzioni innovative per affrontare i tanti piccoli e grandi problemi della sanità attraverso il coinvolgimento di tutti gli attori del sistema sanitario e l’utilizzo delle tecnologie intese nella loro accezione più ampia.

Tecnologia, infatti, può essere un dispositivo medico, un’apparecchiatura elettromedicale, un percorso diagnostico, un processo sanitario, e più in generale qualsiasi strumento che possa essere utile per migliorare tutto ciò che è healthcare.

L’avvio del primo Challenge viene così illustrato da Lorenzo Leogrande, presidente AIIC: “In occasione del nostro XVIII Convegno Nazionale che si terrà a Roma, desideriamo lanciare la prima edizione dell’AIIC Health Technology Challenge, un’iniziativa che va a sostituire e potenziare la tradizionale call for abstracts con cui venivano selezionati dall’Associazione i lavori da destinare all’area poster o a brevi presentazioni orali. HTC vuole essere un punto di incontro per promuovere l’innovazione anche attraverso il confronto tra esperienze sul campo. Un modo per confrontarsi e un luogo, fisico e virtuale, in cui andare a ‘curiosare’ alla ricerca idee, esperienze e partner”.

Per partecipare al Challenge è sufficiente seguire le indicazioni contenute nella specifica pagina web di AIIC (http://www.convegnonazionaleaiic.it/come-partecipare/): oltre ai dati relativi ad autori, titolo del lavoro, abstract e breve presentazione, per ogni lavoro presentato viene richiesta l’indicazione di una area tematica di riferimento. Al fine di consentire alle Giurie di valutare tutti i lavori pervenuti in tempo utile per decretare i vincitori in occasione del Convegno AIIC di Roma, la deadline di presentazione dei lavori è tassativamente fissata per le ore 24 del giorno 8 aprile 2018.

“AIIC auspica la più ampia partecipazione da parte di tutti i professionisti del settore sanitario – sottolinea Stefano Bergamasco, presidente del Comitato Scientifico del Convegno nazionale – Non solo i nostri colleghi ingegneri clinici e biomedici appartenenti ad AIIC ma anche le aziende produttrici, le Università, gli operatori sanitari afferenti alle diverse Società Scientifiche. Chiunque abbia maturato un’esperienza o sviluppato un progetto innovativo che si inserisca in una delle aree tematiche proposte per il Challenge potrà presentare il proprio lavoro, farlo valutare da autorevoli professionisti del settore e concorrere. Allo scopo abbiamo creato otto giurie tematiche composte da professionisti ed esperti di primo piano, che decreteranno i vincitori per ogni singola tematica”.

Le 8 aree tematiche su cui si articola la prima edizione dell’AIIC Health Technology Challenge sono: Health Technology Assessment, Gestione delle tecnologie biomediche, ICT ed informatica medica, Health Operations/Project Management, Gestione del rischio clinico, Sviluppo di tecnologie e dispositivi per la salute, Progettazione funzionale, Assistenza domiciliare; le tecnologie per il territorio.

I lavori verranno valutati secondo tre semplici criteri di valutazione: Robustezza della stesura, chiarezza espositiva e rigore metodologico; originalità e innovatività; applicabilità alle strutture sanitarie ed esportabilità al contesto.

I vincitori delle singole categorie del Challenge di AIIC saranno proclamati nel corso della cena di gala del Convegno, in programma per la sera di giovedì 11 maggio, evento in cui sarà anche premiato il primo classificato assoluto tra tutti i progetti selezionali.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>