Gli elicotteristi dei Vigili del Fuoco di Genova offrono un volo ai piccoli ex pazienti del Gaslini

logo-gaslini

elicotteristi-vigili-del-fuoco-genova-gaslini

Genova, 6 febbraio 2019 – In occasione del 25° anniversario del Servizio di Trasporto Neonatale del Gaslini, il Gruppo elicotteristi di Genova del Corpo dei Vigili del Fuoco, in collaborazione con il Direttore U.O.S.D. Team trasporti neonatali Carlo Bellini e Cicogna Sprint Onlus, ha regalato ad un gruppo di ex bimbi prematuri della Patologia Neonatale del Gaslini l’emozione di un volo dall’elisuperficie dell’Ospedale.

Venerdì 1 febbraio il Gaslini ha celebrato il 25° compleanno del Servizio di Trasporto di Emergenza Neonatale, STEN, con l’inaugurazione della nuova “Scuola di Alta Formazione per il Trasporto Neonatale del Gaslini”: si tratta  della prima ed unica iniziativa italiana di questo tipo, frutto della ventennale esperienza maturata dal personale dell’Istituto.

La Scuola, che aprirà il primo evento formativo al Gaslini nel prossimo mese di aprile, sarà organizzata in corsi di durata annuale sviluppati in giornate monotematiche. È rivolta a pediatri neonatologi e personale infermieristico che lavora ad ogni livello del trasporto neonatale.
Arrivare a svolgere questa attività significa essere ottimi pediatri, ottimi neonatologi intensivisti e avere sviluppato la capacità di operare in solitudine in ambienti a scarse risorse diagnostiche e al di fuori di realtà ospedaliere come avviene durante il trasferimento del paziente.

Il Servizio di trasporto di emergenza neonatale, afferente al reparto Patologia Neonatale del Gaslini è da 25 anni un anello fondamentale per le cure neonatali: il suo scopo è trasferire i bambini che hanno bisogno di cure intensive di terzo livello all’unico centro di terzo livello della Liguria che è l’Ospedale Gaslini.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>