Giornata Nazionale dell’Agopuntura. Porte aperte al Sant’Anna di Torino

loghi-torino-fnomco-fisa

Ospedale Sant'Anna (TO)_2Torino, 13 novembre 2015 – Per la prima volta un ospedale dedica una giornata ed apre le proprie porte all’agopuntura. Sabato 14 novembre dalle ore 9.30, presso l’Aula Delle Piane dell’ospedale Sant’Anna di Torino (via Ventimiglia 3), si terrà la I Giornata Nazionale dell’Agopuntura. Sarà possibile avere un colloquio preliminare diretto ed individuale con i medici per chiunque voglia sapere se l’agopuntura può essere indicata per una determinata patologia e l’informazione sui trattamenti e sulla loro durata.

L’agopuntura è un’arte terapeutica millenaria che appartiene al corpus della Medicina cinese. È stata utilizzata nel corso di venticinque secoli per curare miliardi di esseri umani senza ricorrere a farmaci.
Proprio per questo motivo alcuni anni fa l’UNESCO ha deliberato di iscrivere l’agopuntura e la meno nota moxibustione (una tecnica che stimola i punti di agopuntura con il calore anziché con gli aghi) nella Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale dell’Umanità.

La Giornata Nazionale dell’Agopuntura in programma è un evento organizzato su tutto il territorio italiano dalla Federazione Italiana delle Società di Agopuntura (FISA), con il patrocinio della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici, allo scopo di far conoscere queste tecniche alla popolazione e di permettere a chi lo desideri di avvicinarsi a questa Medicina, avendo un consiglio sulla opportunità di utilizzarla per risolvere un proprio eventuale problema di salute.

Tra le numerosissime attività ambulatoriali della Città della Salute e della Scienza di Torino ne esistono due nelle quali vengono regolarmente erogate prestazioni che si basano sull’utilizzo dell’agopuntura e della moxibustione: il Servizio di Agopuntura in Ginecologia e Ostetricia ed il Centro Cefalee della Donna.

Il primo Servizio, afferente alla Ginecologia e Ostetricia I universitaria (diretta dalla prof.ssa Chiara Benedetto, è stato individuato quale Centro di Riferimento Regionale per l’Agopuntura (coordinato dal dott. Giovanni Battista Allais).
Al Centro di Riferimento Regionale è stato anche attribuito il compito di guidare la rete dei servizi pubblici che erogano agopuntura tramite prestazioni del Servizio Sanitario. Infatti nella Regione Piemonte l’agopuntura è inserita regolarmente nei Livelli Essenziali di Assistenza da molti anni e può essere effettuata presso strutture pubbliche dietro presentazione di regolare impegnativa con il pagamento di un ticket sanitario.

Ogni anno il Centro Cefalee della Donna ed il Servizio di Agopuntura dell’ospedale Sant’Anna effettuano 3500 sedute di agopuntura e moxibustione, con un incremento di richiesta delle prestazioni da parte dell’utenza costante nel tempo. Questo è il motivo principale per cui la Giornata Nazionale dell’Agopuntura si svolge a Torino presso l’ospedale Sant’Anna.

Il Centro ha caratteristiche uniche su tutto il territorio nazionale, sia per tipologia di assistiti con l’agopuntura sia per la costante produzione scientifica nel campo delle medicine non convenzionali.

Infatti vengono seguite pazienti che soffrono di disturbi altrimenti ben poco trattabili quali, ad esempio, nausea e vomito gravidici oppure cefalee in gravidanza. Inoltre vengono eseguiti ogni anno decine di trattamenti per il rivolgimento fetale, nei quali pungendo e scaldando un solo punto di agopuntura sul piede si può ottenere il corretto posizionamento del bambino in presentazione podalica ed evitare quindi il ricorso al taglio cesareo, con grande risparmio sia di salute per la paziente sia di costi per la collettività.

I medici del nostro Servizio di Agopuntura sono autori di pubblicazioni scientifiche significative nel campo dell’agopuntura, come ad esempio il primo studio al mondo su popolazione europea e non cinese che dimostra la validità dell’agopuntura nel rivolgimento fetale o il primo studio che dimostra in maniera randomizzata e controllata che l’agopuntura è inequivocabilmente efficace nel controllare i disturbi della lattazione.

E in campo più prettamente ginecologico, l’agopuntura viene applicata anche in condizioni che paiono decisamente invalidanti: una su tutte, il dolore pelvico cronico che le pazienti provano in caso di endometriosi recidivante anche dopo diversi interventi. I risultati dell’agopuntura sono molto promettenti.

Di seguito il programma dell’evento: Programma Giornata dell’agopuntura

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *