Giornata Mondiale del Sonno. Incontro con gli specialisti del San Raffaele

loghi-ospedale-universita-san-raffaele

locandina-disturbi-del-sonno-san-raffaele-2016Milano, 16 marzo 2016 – Venerdì 18 marzo, in occasione del World Sleep Day, la Giornata Mondiale del Sonno, l’IRCCS Ospedale San Raffaele, una delle 18 strutture di eccellenza del Gruppo ospedaliero San Donato, organizza, insieme agli esperti di Medicina del Sonno dei principali istituti milanesi, un incontro aperto al pubblico sui disturbi del sonno. L’evento si terrà presso l’IRCCS Ospedale San Raffaele Turro, via Stamira D’Ancona 20 (aula S. Chiara, piano rialzato, Palazzina D).

Il sonno è un fenomeno complesso: quello che avviene nel nostro cervello mentre dormiamo è tutt’altro che monotono. Secondo una delle più antiche teorie, il sonno è un fenomeno necessario per il recupero fisico: l’energia che si spende durante il giorno deve essere bilanciata da un periodo di recupero.

Questo incontro intende fornire alle persone i dati sulle ultime ricerche nel campo del sonno, spesso sviluppate proprio nei centri di ricerca milanesi, e illustrare i nuovi progetti sia in campo diagnostico che terapeutico per i principali disturbi del sonno.

“Generalmente quando si pensa ai disturbi del sonno si è portati a pensare all’insonnia. In realtà essa rappresenta il disturbo con la maggiore prevalenza nella popolazione generale, ma non è quello più frequentemente studiato con strumenti specifici nei Centri di Medicina del Sonno. Recentemente è stato osservato che il tipo di insonnia che più facilmente tende a cronicizzare (70% dei casi) è proprio quello caratterizzato da frequenti risvegli nel corso della notte; invece, la forma in cui si tende ad assumere più frequentemente farmaci è quella “iniziale”, con difficoltà di addormentamento. Quasi il 20% della popolazione generale adulta assume almeno saltuariamente un farmaco ipnotico, mentre quasi il 10% lo assume in maniera continuativa”, afferma il prof. Luigi Ferini Strambi, Presidente WASM – World Association of Sleep Medicine e direttore del Centro di Medicina del Sonno dell’IRCCS Ospedale San Raffaele Turro.

Durante l’incontro si tratteranno diversi temi: dall’insonnia al rapporto tra sonno e sicurezza del lavoro; sonno e guida; apnee e ipertensione arteriosa; sonnambulismo e rapporto tra sonno, obesità e diabete; non mancherà anche il punto di vista dei pazienti con apnee del sonno e il sonno nei bambini; uno spazio sarà dedicato infine alla discussione con gli specialisti.

“La Giornata Mondiale del Sonno è l’occasione per ricordare l’importanza del sonno sul benessere e sulla qualità della vita, nonché la stretta relazione tra disturbi del sonno e patologie mediche”, afferma la dott.ssa Carolina Lombardi, tesoriere AIMS (Associazione Italiana Medicina del Sonno).

“I disturbi del sonno hanno un impatto importante anche sulla sicurezza alla guida; la sonnolenza è responsabile di circa 20% degli incidenti stradali”, afferma il prof. Giovanni Costa, past president WTS – International Working Time Society. Conclude il prof. Luigi Ferini Strambi: “Questa particolare giornata, giunta alla nona edizione, è un evento nato grazie alla World Sleep Medicine Association (WASM), che ha la missione di promuovere e incoraggiare le conoscenze, la ricerca e la cura dei pazienti affetti da patologie del sonno in tutto il mondo.

Lo slogan quest’anno è: “Il buon sonno è un sogno raggiungibile”.

Incontro per il pubblico
World Sleep Day – “Il buon sonno è un sogno raggiungibile”
18 marzo 2016 – ore 10.30
IRCCS Ospedale San Raffaele
Via Stamira DAncona, 20
Aula S. Chiara – Palazzina D – piano rialzato

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *