Giornata Mondiale contro la droga, test rapidi e gratuiti HIV ed Epatite C

logo-croce-rossa-italiana-cri

cocaina-e-droga

Roma, 26 giugno 2018 – In occasione della Giornata Mondiale di lotta alla droga e al narcotraffico del 26 giugno, la Fondazione Villa Maraini, l’Agenzia Nazionale della Croce Rossa Italiana per le tossicodipendenze, insieme con i volontari di CRI scenderà in strada per raggiungere i giovani nei luoghi della movida notturna, informarli e proporre loro test rapidi e gratuiti HIV e Epatite C.

“Andiamo lì dove i giovani si ritrovano per divertirsi e proponiamo loro di sapere in soli 10 minuti lo stato di salute su HIV ed HCV – spiega Massimo Barra parlando della campagna ‘Meet, Test &Treat’, portata avanti nella Capitale con la collaborazione dei volontari della Croce Rossa Area Metropolitana di Roma – Questo ci permette di rassicurarli nel caso i test siano negativi, garantendo un divertimento sicuro. Ma assicuriamo anche assistenza psicologica, in caso di positività, oltre ad avviarli alle nuove cure”.

L’appuntamento oggi, martedì 26 giugno, dalle 22.00 all’1.00 alla Gay Street in Via del Colosseo e nell’area pedonalizzata del Quartiere Pigneto dalle 22.30 all’1.00, oltre al presidio fisso della mattina dell’Unità di Strada a Tor Bella Monaca e quello della Stazione Termini con orario speciale dalle 16.00 alle 22.00.

“Dobbiamo celebrare questa Giornata Mondiale – continua Massimo Barra – facendo in modo che la lotta alla droga non diventi la lotta ai drogati, diffondendo il più possibile la politica umanitaria della riduzione del danno, supportando in strada chi è entrato nel mondo della tossicodipendenza, prima di tutto salvandogli la vita da overdose, ma anche proponendogli un’alternativa che lo porti a liberarsi dalla dipendenza”.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *