Giornata del glaucoma, visite gratuite ad Arezzo. Ecco come prenotare gli screening

logo-azienda-usl-toscana-sud-est-arezzo

occhi-visita-oculistica

Arezzo, 6 marzo 2018 – Si accendono i riflettori sul glaucoma: dall’11 al 17 marzo 2018 torna la Settimana dedicata alla prevenzione e all’informazione su una malattia degenerativa che colpisce oltre 1 milione di italiani, la metà dei quali non è neppure consapevole di soffrirne. Nel territorio aretino si contano 5 mila persone affette dalla patologia.

A promuovere la Settimana è l’Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus, in stretta collaborazione con i suoi Comitati regionali e provinciali, assieme alle Sezioni locali dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti.

La Asl Toscana sud est ha messo a disposizione dei cittadini visite gratuite in tutto il territorio aziendale. Per la provincia di Arezzo, le visite potranno essere prenotate tramite CUPTEL (800 575 800 da telefono fisso e 0575/379100 da cellulare) nei giorni 8, 9 e 12 marzo, in orario 7,45-17,30. I requisiti per l’accesso: età superiore ai 40 anni e non aver effettuato una visita oculistica negli ultimi 2 anni.

dott-andrea-romani-oculistica-arezzo

Dott. Andrea Romani

“Nella nostra realtà locale – spiegano Gianlorenzo Casini, presidente Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e Franco Pagliucoli, presidente IAPB Italia Onlus – possiamo contare sul contributo fondamentale della Asl Toscana sud est, della sua Direzione, dell’ospedale San Donato, del Centro Ipovisione e Riabilitazione e delle realtà presenti nel territorio. Per quanto ci riguarda, metteremo a disposizione degli utenti depliant e gadget per sensibilizzare sulla malattia”.

“Il glaucoma è la prima causa al mondo di cecità irreversibile – spiega Andrea Romani, direttore dell’Oculistica – Si manifesta quasi sempre coinvolgendo i due occhi e danneggiando irreparabilmente il nervo ottico. Nella maggior parte dei casi è associato a un aumento della pressione interna dell’occhio che causa, nel tempo, danni permanenti alla vista, accompagnati da riduzione del campo visivo e alterazioni della papilla ottica. Una semplice visita oculistica è sufficiente a diagnosticare un glaucoma in fase iniziale o ancora non grave. Come Azienda, il nostro impegno è forte in questa direzione e ringraziamo UICI e IAPB per il continuo sostegno”.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>