Gestione delle vie aeree, mancanza di specialisti prima causa di mortalità in ospedale

logo- SIAARTI-didascalia

ospedale-medici-corsiaNapoli, 7 marzo 2017 – Focus sulla gestione della vie aeree dalla Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione, Terapia Intensiva (SIAARTI). “E’ importante avere specialisti in materia, perché una delle principali cause di mortalità e morbilità è legata a problemi di gestione delle vie aeree”, avverte Massimiliano Sorbello, Dirigente Medico dell’U.O. Anestesia e Rianimazione del Policlinico Vittorio Emanuele di Catania.

“La letteratura, l’esperienza e l’attività di didattica – spiega il clinico – ci hanno dimostrato che molti di questi incidenti non dipendono da problemi di device ma da problemi di capacità non tecnica: elaborare piani, strategie, comportamenti e anticipare difficoltà. Avere persone che parlino questa lingua è fondamentale per incrementare i livelli di sicurezza”.

“Oltre alla formazione, occorre lavorare – prosegue Sorbello – sul determinare una fotografia dello stato attuale della situazione che riguarda la gestione vie aeere. Il gruppo di studio sta promuovendo un mini audit per fotografare alcuni punti, l’unico modo di introdurre interventi correttivi mirati è quello di conoscere la reale dimensione del problema”.

Sorbello spiega che, nell’ambito della gestione delle vie aeree, esistono due livelli di disomogeneità. “Il primo – afferma – è quello della dotazione tecnologica, per cui in Italia nello stesso contesto ci sono ospedali ricchi di ogni dotazione e altri del tutto privi. Ma le più grosse differenze sono nella capacità di avere mentalità strategica, lo sviluppo di linee guida e percorsi condivisi. Il più grosso sforzo del gruppo di studio – conclude – è cercare di dare messaggi, documenti e supporto di evidenza scientifica per colmare tale disomogeinità, principale causa di incidenti”.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>