Fotonica applicata: siglato accordo tra università e imprese. Italia ancora più competitiva per high tech

logo-scuola-sant-anna-pisa

Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e divisione Microtech di Linkra sottoscrivono accordo biennale per nuovi servizi. Intesa valida per due anni sottoscritta dal direttore dell’Istituto Tecip della Sant’Anna Giancarlo Prati e dall’amministratore delegato Michel Delagarde

facciata-scuola-superiora-sant-anna-pisaPisa, 1 giugno 2016 – Un accordo quadro di durata biennale è stato firmato tra Giancarlo Prati, direttore dell’Istituto Tecip (Tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione e della Percezione) della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e Michel Delagarde, amministratore delegato di Linkra, consolidata azienda lombarda con sede in Brianza, per avviare una collaborazione nel campo della fotonica applicata. La divisione Microtech di Linkra fornisce un ampio spettro di servizi ingegneristici e di piccola e media produzione ai protagonisti dell’industria elettronica per i mercati della fotonica e delle microonde, con particolare riferimento ai settori delle telecomunicazioni, dell’aerospazio e della difesa.

L’affinità con il Centro di tecnologie di fotonica integrata “Inphotec” della Scuola Superiore Sant’Anna è subito percepibile, poiché la primaria attività di questa infrastruttura tecnologica – eccellenza riconosciuta in campo internazionale – è progettare, sviluppare e produrre tecnologie di fabbricazione avanzate sia per i “wafer” da 6 pollici, ovvero fette in silicio su cui vengono costruiti circuiti integrati, sia per le tecnologie di packaging con le quali realizzare componenti optoelettronici (i “Photonic integrated circuits” riconosciuti dalla comunità europea come una delle tecnologie trainanti e strategiche per il prossimo quinquennio), sensori e sistemi “Mems” (Microelectromechanical systems) e “Moems” (Micro-Opto-Electro-Mechanical Systems).

La necessità di fare sinergia in Italia in un campo tecnologico così avanzato è ormai evidente, per poter competere a livello europeo e globale. Nell’ambito della fotonica integrata, da una parte la capacità di innovazione e sviluppo di Inphotec della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, sino a livelli di piccola produzione, e dall’altra la vocazione e le capacità industriali di Linkra prospettano opportunità di cooperazione e di successo in molte aree strategiche. Grazie all’applicazione congiunta di competenze e valore aggiunto a tutti i processi tecnologici sarà coperta l’intera catena di valore, incrementando performance e opportunità concrete di ulteriore crescita sul mercato.

Giancarlo Prati, direttore dell’Istituto TeCIP della Scuola Superiore Sant’Anna, sottolinea come “questo accordo esprima la volontà reciproca di collaborare per favorire lo scambio di conoscenze e di prestazioni nell’ambito delle tecnologie fotoniche avanzate e dei circuiti fotonici integrati. Linkra e Scuola Superiore Sant’Anna con Inphotec concordano nel dare primaria importanza nell’applicazione di risorse, capacità e processi avanzati al design e all’offerta di servizi competitivi di cui tutto il sistema potrà beneficiare”.

Michel Delagarde, amministratore delegato di Linkra, ricorda come “questa collaborazione permette di combinare tutti gli elementi per una forte sinergia. Di fatto, per essere al vertice di un mercato competitivo, è indispensabile creare la squadra giusta e siamo convinti che la nostra collaborazione porterà a tale risultato”.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>