Firmato il contratto integrativo aziendale Comparto Sanità presso l’ospedale Mauriziano di Torino

Torino, 25 novembre 2019 – È stato firmato il contratto integrativo aziendale del Comparto Sanità per i dipendenti dell’ospedale Mauriziano di Torino con relative progressioni economiche. La Direzione dell’Azienda ospedaliera Ordine Mauriziano (diretta dal dottor Maurizio Dall’Acqua), le RSU aziendali e le Organizzazioni Sindacali FP CGIL, CISL FP, UIL FPL e NURSING UP hanno sottoscritto il contratto integrativo aziendale del Comparto Sanità relativo al triennio 2016-2018, grazie al contributo di tutte le parti che hanno fattivamente collaborato al raggiungimento di questo importante risultato per tutte le lavoratrici e i lavoratori del Comparto dell’Azienda (sui 1.720 dipendenti totali del Mauriziano, si tratta dei 1.390 del comparto, ovvero infermieri, ostetriche, OSS, tecnici sanitari, amministrativi, operatori tecnici).

Gli elementi essenziali del nuovo Contratto aziendale sono:

  1. la ridefinizione del sistema di incentivazione del personale, nel rispetto delle regole previste dal Contratto Nazionale e dalle norme vigenti;
  2. la possibilità di riconoscere nel triennio 2019 – 2021 la progressione economica orizzontale per la maggior parte del personale dell’Azienda (in media circa 25 euro al mese in più);
  3. la ridefinizione di un aumento (circa 17% in più), dopo circa 20 anni, dell’indennità oraria notturna, che segna una particolare attenzione nei confronti del lavoro disagiato;
  4. si sono infine gettate le basi per il riconoscimento di tutte le Professioni presenti in Azienda, nell’ambito del nuovo Sistema degli Incarichi funzionali previsto dal Contratto Nazionale.

La Direzione Generale e le Organizzazioni Sindacali esprimono il reciproco riconoscimento per lo sforzo che ha consentito il raggiungimento di questo importante risultato.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *