Eventi avversi in sanità, medici riuniti a Catania per un corso di formazione

logo-anaao-assomed

medici-cuore-5

Roma, 26 febbraio 2019 – Conoscere gli eventi avversi può aiutare a limitarne i danni irreversibili. Questo l’obiettivo del corso di formazione promosso e organizzato dalla Fondazione Pietro Paci in collaborazione con l’Anaao Assomed che si svolgerà all’Ospedale Cannizzaro di Catania sabato 2 marzo e che vedrà la partecipazione di 400 i professionisti della sanità.

Poca teoria e molta pratica nel kit con le istruzioni per l’uso offerto dal corso: si parte dall’analisi degli aspetti più importanti della legge Gelli (n. 24/2017) attraverso l’esposizione di 4 casi reali che hanno determinato il decesso o gravi lesioni ai pazienti coinvolti: un sovradosaggio farmacologico fatale; uno scambio di lastre con errore; una febbre da causa ignota e una drammatica caduta dalla barella; e infine un parto distocico con danni permanenti.

Anche grazie a video clip, particolarmente attinenti le problematiche esaminate, verranno approfonditi, con l’aiuto di esperti del settore, i temi della responsabilità professionale individuale e d’équipe, la chiamata diretta dell’Azienda in tema di risarcimento, la rivalsa avanti la Corte dei Conti, le tipologie di assicurazione regionali, aziendali ed individuali, le fasi pre-processuali e processuali e le conseguenze in caso di accordi stragiudiziali.

Parteciperanno all’evento l’Assessore alla Salute, il Presidente dell’Ordine dei Medici di Catania, il Procuratore della Repubblica di Catania, il Direttore Generale dell’Ospedale Cannizzaro e il Presidente dell’Anaao Assomed.

Clicca qui per scaricare il programma del corso.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *