Endometriosi e disturbi ginecologici, 1.300 esperti da 70 Paesi in un convegno mondiale a Firenze

logo-azienda-ospedaliera-universitaria-careggi-firenze

felice-petraglia-studio-aou-senese

Prof. Felice Petraglia

Firenze, 24 aprile 2018 – Una donna su 10 in età fertile soffre di endometriosi condizione complessa con sintomi variabili e conseguenze anche pesanti sulla qualità di vista, come il dolore pelvico, la riduzione della capacità riproduttiva e la difficoltà nei rapporti che, nel 20 per cento dei casi, possono portare all’interruzione della relazione di coppia.

Al tema è dedicato il quarto convegno mondiale della Società di endometriosi e disturbi ginecologici (SEUD) in programma a Firenze al Palazzo dei congressi dal 26 al 28 aprile, con oltre 1.300 specialisti provenienti da 70 paesi. Venerdì 27 aprile dalle 12:30 alle 13:00 è previsto un punto stampa per presentare i risultati delle più avanzate attività di ricerca attualmente in corso a livello internazionale.

“L’endometriosi – ricorda il presidente del convegno prof. Felice Petraglia, ordinario di ginecologia e ostetricia all’Università di Firenze e direttore del Dipartimento materno infantile dell’Azienda fiorentina Careggi – è una condizione complessa causata da molti fattori: infiammatori, ormonali, genetici e ambientali. La conseguenza di questa interazione provoca la malattia che consiste nella presenza del tessuto che riveste la cavità uterina anche in altre parti dell’apparto riproduttivo e nei casi più gravi in altri organi”.

“Oggi si discute, anche nel convegno fiorentino – prosegue Petraglia – se classificare l’endometriosi non tanto come una malattia ma come una sindrome. Negli ultimi 20 anni ha colpito sempre più frequentemente e sono stati individuati nuovi fattori favorenti sia dietetici che alimentari, compresi alcuni contaminanti. Sostanze come gli ftalati che utilizzati per la produzione delle plastiche hanno effetti ormonali e sono stati individuati nei tessuti aggrediti dall’endometriosi”.

“Numerosi – conclude Petraglia – sono gli studi su come arrivare a una diagnosi precoce e sulle strategie terapeutiche da mettere in atto per il controllo dei sintomi. In questo senso, saranno presentati alla 3 giorni fiorentina, in prima mondiale, i risultati su alcune nuove molecole sviluppate per combattere l’endometriosi”.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>