Due trapianti salvavita nella notte di Capodanno all’ospedale Molinette

logo-aou-citta-della-salute-e-della-scienza-di-torino

chirurghi-sala-operatoria-6

Torino, 2 gennaio 2018 – Anno nuovo… vite nuove. Mentre nel vicino ospedale Sant’Anna venivano alla luce nuove vite, nella notte di Capodanno all’ospedale Molinette di Torino due persone sono rinate a nuova vita grazie al dono più grande: la donazione di organi e ai relativi trapianti. Un vero miracolo di San Silvestro. Il 31 dicembre è deceduto un uomo di 82 anni a Novara per ictus ischemico.

I due trapianti della Città della Salute di Torino, coordinati dal Centro regionale trapianti – diretto dal prof. Antonio Amoroso – sono iniziati a tarda notte tra il 31 dicembre e il primo dell’anno con un trapianto di fegato su un uomo di 56 anni della Campania, affetto da epatocarcinoma. Il trapianto durato circa 7 ore, effettuato dall’équipe del prof. Mauro Salizzoni, è tecnicamente riuscito e ora il paziente si trova in terapia intensiva del dott. Pier Paolo Donadio.

Dopo è iniziato un doppio trapianto di rene su una donna di 71 anni di Cuneo, affetta da nefropatia. Il trapianto vede in sala operatoria gli urologi del prof. Paolo Gontero e i chirurghi vascolari del dott. Maurizio Merlo, coadiuvati dai nefrologi del prof. Luigi Biancone.

Grandi doni per un miracolo all’insegna del ‘neonato’ 2018.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>