Donazione di sangue, Croce Rossa aderisce alla campagna OMS

logo-croce-rossa-italiana-cri

avv-francesco-rocca-presidente-cri

Avv. Francesco Rocca

Roma, 14 giugno 2018 – “Oggi è la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue: un’occasione importante per ribadire l’importanza di un gesto semplice, sicuro e che porta benefici a chi lo fa e a chi lo riceve.Voglio innanzitutto ringraziare il milione e 700mila donatori italiani,volontari e non remunerati, per il gesto generoso che compiono, contribuendo a salvare vite e a garantire la qualità, la sicurezza e la disponibilità di emocomponenti che consentono di curare e migliorare l’esistenza di migliaia di pazienti ogni anno. Ma, nonostante i tanti sforzi, ci sono regioni in Italia in cui la carenza è costante.

Siamo in estate e sentiamo spesso parlare di ‘emergenza sangue’. Un problema concreto, visto che la partenza per le vacanze contribuisce a interrompere i consueti flussi di raccolta, un periodo nel quale anche le comunità più virtuose riscontrano serie difficoltà. Questo deve portare l’attenzione sul fatto che la soluzione non è solo quella di ‘correre ai ripari’ con straordinarie campagne di comunicazione e appelli, comunque importanti, ma riuscire a diffondere una cultura della donazione anonima, consapevole, non remunerata e periodica.

La donazione del sangue dovrebbe, infatti, diventare una buona abitudine a beneficio di se stessi, perché consente un monitoraggio del proprio stato di salute, e a favore della collettività. In questo, la Croce Rossa Italiana ha una lunga storia di promozione e di educazione alla salute. Per la Giornata di quest’anno abbiamo deciso di aderire alla campagna dell’OMS, insieme al Sistema Sangue italiano. Inoltre, i Giovani di Croce Rossa hanno organizzato la consueta Caccia al Tesoro su tutto il territorio nazionale, con lo scopo di informare e sensibilizzare i ragazzi, attraverso l’attività ludica”.

Lo dichiara Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>