Dieci anni di ERC. 9,5 milioni di euro vinti dai ricercatori dell’Università di Torino

logo-universita-torino

Torino, 13 marzo 2017 – In occasione del decimo anniversario della creazione di European Research Council, il principale programma di finanziamento della ricerca di frontiera nell’ambito di Horizon 2020, l’Università di Torino si unisce alle celebrazioni che a partire da Bruxelles si terranno dal 13 al 19 marzo in tutti gli Atenei Italiani ed Europei, presentando i progetti dei suoi vincitori.

Nei suoi primi dieci anni, l’ERC ha finanziato quasi 7.000 ricercatori in tutta Europa – di cui 380 italiani ha sostenuto 50.000 membri di team, 6 premi Nobel, diverse centinaia di domande di brevetto e decine di scoperte scientifiche.

Dei progetti vinti da Istituzioni del nostro paese, 7 sono i progetti ERC dell’Università di Torino – 4 finanziamenti “Starting”, 2 “Consolidator”, 1 “Advanced” e 1 “Proof of Concept” – per un valore totale di circa 9,5 milioni di euro; l’effetto “volano” di questi finanziamenti è dimostrato dagli output dei 7 ERC di UniTo, che hanno prodotto 124 pubblicazioni scientifiche, altri 12 progetti vincenti su bandi competitivi e 57 collaborazioni nazionali e internazionali.

I progetti coinvolgono 7 Dipartimenti dell’Università – Psicologia, Oncologia, Fisica, Biotecnologie Molecolari e Scienze per la Salute, Neuroscienze, Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi, Matematica – e spaziano dallo studio dei movimenti delle persone per anticiparne le intenzioni e comprendere meglio alcuni disturbi come l’autismo, alla cura del cancro colorettale, agli scudi anti-terremoto grazie ai metamateriali.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>