Depressione nelle donne, incontro aperto agli Istituti Clinici Zucchi

logo-istituti-clinici-zucchi

donna-libro-tazza

Monza, 11 ottobre 2017 – In occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale, gli Istituti Clinici Zucchi organizzano un incontro dal titolo “Donna e depressione: uno sguardo sulle problematiche psicologiche al femminile”. L’iniziativa, gratuita e aperta al pubblico, si terrà martedì 17 ottobre dalle ore 15.00 alle ore 17.00 presso l’Aula Didattica (Via Bartolomeo Zucchi, 24) e vedrà la partecipazione del dottor Gianluigi Mansi, responsabile dell’Unità di Riabilitazione Psichiatrica degli Istituti Clinici Zucchi e della dottoressa Mara Cigala Fulgosi, psichiatra della stessa unità.

“La depressione colpisce maggiormente il sesso femminile ed è spesso connessa ai cambiamenti fisici a cui le donne vanno incontro nel corso della loro vita, siano essi legati al ciclo mestruale, alla gravidanza, al puerperio o alla menopausa – spiega la dottoressa Maria Cigala Fulgosi, psichiatra presso l’Unità di Riabilitazione Psichiatrica degli Istituti Clinici Zucchi – Si tratta di una malattia che ha un enorme impatto sociale e che può colpire tutti, indipendentemente dall’età, dal lavoro che si svolge e dalle abitudini di vita che si hanno. L’obiettivo di un incontro come quello che proponiamo è far sì che le donne chiedano aiuto, si avvicinino alle cure specialistiche e superino l’imbarazzo e lo stigma che ancora affligge chi si trova a vivere un disturbo dell’umore. La depressione si può trattare: una diagnosi e una terapia adeguate e tempestive portano i pazienti a recuperare la qualità della loro vita e delle loro relazioni.”

L’evento è promosso nell’ambito della quarta edizione dell’(H)-Open day sulla salute mentale, organizzato da Onda – Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna per la Giornata Mondiale della Salute Mentale, e vuole essere un’occasione per approfondire i disturbi psichici, neurologici e del comportamento di cui soffrono le donne.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>