Deceduto bimbo di 10 mesi all’Aou Senese, DG Giovannini: “L’Ospedale ha fatto tutto il possibile”

logo-aou-senese

aou-senese-policlinico-scotte

Siena, 30 maggio 2019 – In merito al decesso di un bambino di 10 mesi, avvenuto nella giornata di mercoledì 29 maggio al policlinico Santa Maria alle Scotte, l’Azienda ospedaliero-universitaria Senese esprime la massima vicinanza alla famiglia del piccolo.

“Manifesto la massima vicinanza di tutto l’ospedale alla famiglia – afferma il direttore generale Valtere Giovannini – in primis con il dolore fino alle lacrime dei professionisti che hanno assistito il piccolo. Comprendiamo la volontà del padre e della madre di cercare di dare una spiegazione a quanto accaduto; abbiamo subito studiato e valutato il percorso sanitario del bambino, esprimendo ai genitori l’intenzione di richiedere un riscontro diagnostico ed effettuando un audit a cui hanno partecipato oltre 40 professionisti.

L’approfondimento ha evidenziato che il piccolo era da tempo in cura presso l’ospedale e che nel pomeriggio di domenica 26 maggio è stato accompagnato al pronto soccorso dai genitori per problematiche gastrointestinali. Dopo alcune ore di osservazione sotto controllo pediatrico è stato dimesso in seguito al miglioramento delle sue condizioni.

Per il riacutizzarsi dei sintomi del bambino, la famiglia si è recata nuovamente al Pronto Soccorso nella tarda serata di lunedì 27 maggio; come nel primo accesso, il bimbo è stato preso in cura prontamente nell’ambito del percorso pediatrico.

La situazione clinica è purtroppo peggiorata nel corso delle ore successive e, nonostante le procedure di emergenza attivate, il bambino è deceduto. Sottolineiamo quindi una tempestiva presa in carico del piccolo al fine di poter fornire tutto il supporto clinico assistenziale possibile. Abbiamo fatto tutto il possibile in scienza e con amore per il bambino, non è stato sufficiente ma l’Ospedale ha fatto tutto il possibile”, conclude Giovannini.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *