Da zero a 30 giorni, le principali problematiche neonatali al congresso SIN

logo Società Italiana di Neonatologia - SIN

Napoli, 12 ottobre 2016 ‐ Dal 12 al 15 ottobre 2016 si terrà a Napoli, presso la Stazione Marittima, il XXII Congresso Nazionale della Società Italiana di Neonatologia (SIN), con una formula tutta nuova.

Non verrà presa in considerazione infatti un’unica categoria di neonati, ma l’attenzione verrà focalizzata sulle principali problematiche neonatologiche in tre diverse situazioni: il neonato dimesso dall’ospedale, quello ricoverato al Nido e il neonato ricoverato in Patologia Neonatale o in Terapia Intensiva (TIN). In questo modo saranno coinvolti tutti coloro che lavorano in ambito neonatologico, dai Pediatri di Famiglia ai liberi professionisti, dai Neonatologi che operano in un nido, spesso aggregato ad una Struttura Complessa di Pediatria, a coloro che svolgono il loro lavoro come intensivisti, agli infermieri specializzati.

Tre percorsi che permetteranno di approfondire in modo capillare, singolarmente, ciascuna delle tre problematiche affrontate.

Il Neonato in TIN
Importanti novità sul tema verranno analizzate dal punto di vista organizzativo/valutativo. Tra gli argomenti trattati, lo STEN (Servizio Trasporto Emergenza Neonatale), tema di grande attualità, con gli standard assistenziali e tecnologici per la sua sicurezza e l’attuale situazione in Italia; l’Acido Folico e Spina Bifida; infezioni neonatali e le problematiche chirurgiche. Non saranno trascurati inoltre i tanti aspetti pratici affrontati ogni giorno in un reparto di Terapia Intensiva Neonatale (ambito cardiovascolare, respiratorio e neuro‐comportamentale). Approfondimenti anche sul tema della Ventilazione del neonato in TIN, grazie al confronto con autorevoli ospiti stranieri.

Il Neonato al Nido
Durante il percorso saranno trattati aspetti di carattere scientifico, in particolare sulla Genetica e sulla Medicina fetale e pratico‐operativi, dalla assistenza in sala parto, alla pre‐dimissione, all’alimentazione del neonato. Tra gli argomenti principali, il Parto in casa e tutti i rischi correlati a questa antica pratica, ancora utilizzata. Nell’ambito della dimissione del neonato fisiologico, sarà fatto anche il punto sull’attuale situazione dello Screening Metabolico Allargato.

Il Neonato dimesso dall’ospedale
Le maggiori problematiche che coinvolgono insieme il Neonatologo ed il Pediatra di famiglia al momento delle dimissioni saranno l’oggetto principale di discussione, in una auspicabile e sempre più stretta collaborazione tra Ospedale e Territorio, che possa essere il naturale proseguimento del lavoro fatto prima e subito dopo la nascita del bambino. Di fondamentale importanza infatti la presa in carico del neonato una volta tornato a casa e l’organizzazione territoriale che ne regola tale affidamento.

Altra novità del Congresso Nazionale 2016 è costituita da otto corsi pre‐congressuali, che si svolgeranno il 12 ottobre, della durata di tre/quattro ore ciascuno, su: alimentazione parenterale, in grado di migliorare la prognosi del neonato pretermine; accesso vascolare e le quattro modalità utilizzabili in emergenza; ecografia polmonare e cerebrale, strumenti diagnostici indispensabili ed altri argomenti.

In occasione del Congresso, dedicato quest’anno alla memoria del prof. Giovanni Bucci, maestro della Neonatologia Italiana, sarà realizzata, infine, una special raccolta fondi in favore delle vittime del terremoto che ha sconvolto il Centro Italia lo scorso 24 agosto. La somma raccolta sarà donate per fare fronte alle emergenze nelle zone colpite dal terremoto.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>