Covid-19: tra paura e solidarietà, tra la vita e la morte. Testimonianze dalla Terapia Intensiva del Policlinico di S. Orsola. GUARDA IL VIDEO

Bologna, 1 aprile 2020 – L’emergenza non è finita, il calo dei contagi fa ben sperare ma nelle Terapie Intensive, come quella polivalente del Policlinico di S. Orsola, si continua a lavorare come il primo giorno tra paura e solidarietà, tra la vita e la morte.

“Continuiamo a fare il nostro lavoro come prima – dice Elisabetta Pierucci, responsabile Terapia Intensiva – con ritmi più serrati e più strass perché abbiamo la necessità di proteggerci per non avere l’ansia di portare con noi qualcosa a casa. Però riusciamo anche a ridere e scherzare a creare un clima tranquillo perché tutti si sentano accolti e capiti”

“Abbiamo tutti paura, da quando usciamo di casa la mattina, – dice Antonella Gramantieri, coordinatrice infermieristica – poi arriviamo qui, ci guardiamo negli occhi e diciamo: partiamo! Non siamo mai da soli sul paziente ma sempre in due o tre persone e anche questo ci serve a superare la paura”.

“La tipologia del paziente e cambiata e così anche le modalità di lavoro – così Alessio Dall’Olio Infermiere – e tra medici e infermieri si è creata una coesione straordinaria per andare contro assieme ad un nemico comune”.

“Prima trattavamo qualsiasi bisogno di assistenza invasiva – dice Marco Di Laudo Specializzando – mentre ora abbiamo dovuto diventare esperti di questa malattia. Non è stato facile ma ci adattiamo per riuscire a sconfiggerla”.

GUARDA IL VIDEO: https://www.facebook.com/PoliclinicoDiSantOrsola/videos/675227103278389

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *