Covid-19, studi su vaccini veloci. OMS: “Tempi ridotti ma la sicurezza rimane un imperativo”

Roma, 2 luglio 2020 – “L’accelerazione dello sviluppo dei candidati vaccini anti Covid-19 è stata possibile perché i passaggi sono stati resi più efficienti, ma saranno comunque estremamente sicuri e ben gestiti. Ci sono molti progetti in corso e nessuno ‘taglierà’ alcun passaggio: ci sono cose che si possono fare per ridurre i tempi, ma la sicurezza rimane un imperativo”. Lo ha affermato Mike Ryan, capo del Programma di emergenze sanitarie dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), in conferenza stampa a Ginevra.

“C’è una collaborazione senza precedenti nel mondo – ha proseguito Ryan – e l’impegno sarà anche quello di procedere su trial di efficacia più estesi possibile, per poter osservare anche il più raro degli effetti collaterali, che nei gruppi di studio più ristretti non si possono notare. Ci stiamo assicurando che sia così. Tutti i vaccini, poi, vengono monitorati anche dopo la loro commercializzazione”.

“La vaccinazione – ha ribadito – è l’intervento singolo di prevenzione sanitaria più efficace che esista e ha salvato milioni di vite nel mondo. Speriamo che insieme troveremo un vaccino sicuro, efficace ed accessibile anche contro questo virus”.

“La sicurezza per l’OMS è centrale – ha aggiunto il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus – ad esempio per l’idrossiclorochina abbiamo subito sospeso lo studio Solidarity proprio a causa di problemi di sicurezza. Con i vaccini sarà lo stesso: se emergeranno problemi prenderemo subito provvedimenti e tutti gli aspetti relativi alla sicurezza dovranno essere considerati. Ricordiamo che non esiste a oggi un vaccino per nessun coronavirus: immaginiamo quanto possa essere difficile arrivare a un prodotto del genere”.

(fonte: AIOM News)

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *