Covid-19, progetto umanitario tra Italia e Cile. Pieno sostegno del Sindacato Medici Italiani

Roma, 14 luglio 2020 – “Aderiamo convintamente, invitando tutti i nostri iscritti e tutti i medici italiani a sostenere il progetto umanitario #Italia con il Cile contro il Covid-19”, così una nota della Segreteria nazionale del Sindacato Medici Italiani rende pubblico in progetto umanitario che si sta avviando tra Cile e Italia contro la pandemia di Covid-19.

“L’iniziativa nasce a seguito della richiesta di personale medico e di attrezzature contro Covid-19 all’Ambasciata italiana in Cile da parte Rettore dell’Università del Cile, Ennio Vivaldi. L’obiettivo è mettere a disposizione della Fondazione dell’Ospedale Clinico dell’Università del Cile e della Rete sanitaria cilena importanti risorse di contrasto al virus”.

“In particolare si richiede l’impiego di medici di terapia intensiva ed infermieri specializzati in Covid-19 per 3 settimane a partire da luglio 2020. Il personale italiano, che si recherà sul posto, verrà trasferito con un volo a carico della Repubblica del Cile e avrà un indennizzo per la missione. Il progetto di solidarietà punta anche all’acquisto di alcune decine di respiratori meccanici per i reparti di terapia intensiva”.

“Il Ministero degli Affari Esteri italiano sostiene il progetto; l’Ambasciata Italiana in Cile e l’Ambasciatore Mauro Battocchi hanno individuato due società cilene, con capitale italiano, l’AFP PlanVital (Generali) e la CostaneraNorteAtlantia, che saranno in grado di sponsorizzare l’iniziativa”, fa sapere SMI.

“La Fondazione dell’Ospedale Clinico dell’Università del Cile raccoglierà i fondi dagli sponsor privati e li trasferirà ai fornitori in Italia sulla base di un accordo con gli ospedali italiani che invieranno  loro medici. L’iniziativa di sostegno del Sindacato Medici Italiani è stata sollecitata d’alcuni suoi iscritti”, conclude la nota.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *