Competenza e multidisciplinarietà: la risposta degli Anestesisti Rianimatori ai cambiamenti della medicina

logo-Aaroi-Emac

Dal 10 al 12 giugno a Roma il 12° Congresso Nazionale SIARED

medico-ospedale-pazienteRoma, 8 giugno 2016 – Accrescere le competenze e sviluppare percorsi multidisciplinari per affrontare le sfide della medicina in continuo cambiamento. Sono questi i punti di partenza su cui è stato costruito il programma del 12° Congresso Nazionale SIARED (Società Italiana di Anestesia, Rianimazione, Emergenza e Dolore) che si svolgerà a Roma dal 10 al 12 giugno e che vedrà riuniti oltre 600 Anestesisti Rianimatori insieme a Specialisti di altre discipline mediche e a Relatori di ambito non sanitario.

“La Medicina si evolve di continuo in tutti i suoi ambiti scientifici e tecnologici, aprendosi sempre più ad approcci clinici, sia diagnostici che terapeutici, integrati e multidisciplinari – spiega Adriana Paolicchi, presidente SIARED – La nostra disciplina è chiamata ad affrontare sfide che le vengono poste da più parti. Per affrontarle è necessario fornire al nostro lavoro quotidiano solide basi di crescita culturale, oltre che di formazione e di aggiornamento, con l’obiettivo di una piena espressione e implementazione delle competenze, in interazione con i Medici di altre discipline e con i professionisti sanitari non medici”.

La multidisciplinarietà è quindi un tema centrale del Congresso che avrà una particolare rilevanza nella Sessione di Medicina Perioperatoria dedicata alla Fast Track Surgery o ERAS (Enhanced Recovery After Surgery, ossia come migliorare il decorso postoperatorio), con l’intervento di Anestesisti Rianimatori e Chirurghi esperti in questo approccio ancora poco diffuso in Italia.

Altro tema trasversale a tutti gli ambiti sanitari che verrà approfondito in una delle 12 sessioni in programma, è quello delle allergie, in forte crescita sia come incidenza, sia come varietà delle loro forme cliniche e subcliniche, con la conseguente esigenza, di percorsi assistenziali dedicati che siano il frutto di un confronto tra specialisti. La sessione “Allergia ed anafilassi in Anestesia” affronterà tutti gli aspetti legati all’individuazione del paziente allergico, alle possibili reazioni durante l’anestesia e al ruolo svolto dall’Anestesista Rianimatore in questo ambito.

Tra gli altri argomenti presenti nel programma congressuale, il tema del dolore, ambito tradizionale della disciplina, che sarà sviluppato in due Sessioni, una dedicata al dolore acuto postoperatorio, l’altra al dolore cronico, con focus specifici sui diversi pazienti nei diversi contesti clinici, sui farmaci utilizzati, sugli approcci multidisciplinari integrati, sulle metodiche disponibili e sulle innovazioni tecnologiche per le terapie del caso. E ancora: la gestione del politrauma, l’Anestesia e Rianimazione in contesti particolari come la NORA e le Cure Domiciliari nei Pazienti Critici oltre ad un ampio approfondimento sull’Emergenza intra ed extra-ospedaliera.

Il Congresso Nazionale SIARED sarà, inoltre, l’occasione per presentare lo Studio AAROI-EMAC sui contenziosi medico-legali nell’ambito del Focus dedicato a tale argomento.

“Il programma del 12° Congresso SIARED intende rispondere alle esigenze formative crescenti degli Anestesisti Rianimatori – afferma Alessandro Vergallo, presidente Nazionale AAROI-EMAC – L’elevata professionalità e la competenza, fondamentali per svolgere il nostro lavoro, acquisiscono ancora maggiore importanza nell’attuale situazione lavorativa in cui i Medici sono costretti a fare i conti con logiche economicistiche di erogazione delle cure, che generano criticità organizzative, gestionali e professionali alle quali occorre trovare soluzioni che salvaguardino la qualità e la sicurezza delle cure”.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>