Chirurgia epatica avanzata, interventi in diretta a Torino. Chirurghi da tutta Italia per imparare le nuove tecniche

logo-azienda-ospedaliera-mauriziano-torino-def

Scuola speciale ACOI di Chirurgia epatica “Lorenzo Capussotti”, presso l’ospedale Mauriziano di Torino. Tra i contributi scientifici quello di maggiore rilievo sarà quello del prof. Hauke Lang, esperto di fama internazionale della Chirurgia dell’Università di Mainz (Germania)

medici-chirurghi-in-sala-operatoriaTorino, 13 marzo 2017 – Durante questa settimana Torino e l’ospedale Mauriziano di Torino ritorneranno ad essere la capitale della chirurgia epatica italiana con la Scuola speciale ACOI di Chirurgia epatica “Lorenzo Capussotti”, diretta dal dott. Alessandro Ferrero, Direttore della Chirurgia dell’ospedale Mauriziano di Torino.

Arriveranno chirurghi da tutta Italia per imparare le nuove tecniche. Tra i contributi scientifici quello di maggiore rilievo sarà quello del prof. Hauke Lang, esperto di fama internazionale della Chirurgia dell’Università di Mainz (Germania). Al prof. Lang si deve l’ideazione di una tecnica innovativa che consente di intervenire su tumori del fegato altrimenti non operabili.

Questo intervento, chiamato ALPPS (acronimo di “Associating Liver Partition and Portal Vein Ligation for Staged Hepatectomy”), consiste nella separazione del fegato associata alla legatura della vena porta per epatectomia in due tempi e costituisce l’ultima frontiera nella chirurgia avanzata del fegato, eseguibile solo in centri di eccellenza per la chirurgia epatobiliare e dei trapianti. Durante il Corso, chirurghi provenienti da tutta Italia avranno la possibilità di partecipare attivamente alle lezioni e di assistere in diretta agli interventi chirurgici eseguiti dal dott. Ferrero e dal prof. Lang.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>