Charles Chapron, il più importante ginecologo francese, ospite internazionale d’eccezione a Siena

logo-aou-senese

Felice Petraglia: “È necessario puntare sull’internazionalizzazione della ricerca”

felice-petraglia-scotte-aou-senese

Prof. Felice Petraglia

Siena, 15 febbraio 2016 – Ospite internazionale d’eccezione a Siena nel settore della medicina. Giovedì 18 e venerdì 19 febbraio il più noto docente di ginecologia francese, il prof. Charles Chapron dell’Université Paris V, terrà una serie di lezioni sull’endometriosi, come visiting professor, al policlinico Santa Maria alle Scotte. Invitato dal prof. Felice Petraglia, direttore Dipartimento Materno Infantile dell’AOU Senese e della Scuola di Specializzazione in Ostetricia e Ginecologia dell’Università di Siena, il prof. Chapron avrà un programma di incontri intenso e costruttivo.

“È importante che i nostri studenti, specializzandi e ricercatori – spiega Petraglia – possano confrontarsi con grandi esperti internazionali, non solo per acquisire competenze importanti, ma anche per conoscere meglio altri sistemi sanitari e approcci scientifici alla ricerca. È necessario puntare sull’internazionalizzazione della formazione e della ricerca, attraverso la promozione di scambi di docenti e studenti con i migliori centri a livello europeo e mondiale. In tal senso – prosegue Petraglia – alcuni dei nostri giovani studenti e medici di Siena sono stati ospiti, negli ultimi anni, del prof. Chapron, trascorrendo un periodo di formazione all’Université Paris V Hopital Cochin, con un arricchimento scientifico e culturale. Inoltre la nostra scuola di specializzazione è stata accreditata dal Board College Europeo di Ginecologia, utile ai giovani anche per lavorare in Europa”.

Nelle sue lezioni il prof. Chapron affronterà diversi argomenti legati all’endometriosi: l’approccio chirurgico, l’infertilità, l’adenomiosi uterina e le problematiche nelle pazienti in età adolescenziale.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *