AIFA, AIOM e CIPOMO: collaborazione su Registri oncologici e farmaci innovativi

logo-AIFA

17 giugno 2015 – L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA), l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) e il Collegio Italiano dei Primari Medici Oncologi Ospedalieri (CIPOMO) hanno sottoscritto nella giornata di oggi un protocollo d’intesa di durata triennale che ha l’obiettivo di potenziare la collaborazione nell’area oncologica, che è sempre più di cruciale importanza per il Servizio Sanitario Nazionale a causa dell’elevata prevalenza di questo tipo di patologie e dell’alto costo delle terapie.

AIFA, AIOM e CIPOMO si sono impegnate, tra le altre cose, ad effettuare una ricognizione congiunta sul sistema dei Registri di Monitoraggio dei farmaci gestiti dall’Agenzia, al fine di identificare il bilanciamento ottimale tra le esigenze di tracciatura dei dati clinici rilevanti ai fini delle analisi di outcome e la necessità di velocizzare le procedure di inserimento dati.

Il protocollo prevede inoltre l’analisi, la condivisione e la pubblicazione dei dati generati dai Registri AIFA, intesi non solo come strumento di governo e verifica dell’appropriatezza ma anche come strumento per tutelare la salute dei pazienti e orientare verso il miglior utilizzo delle risorse.

La rivalutazione periodica del rapporto costo-beneficio dei farmaci inseriti nei Registri AIFA da oltre 3 anni, le attività di informazione e formazione sui farmaci biosimilari e la formulazione di proposte volte a garantirne il migliore utilizzo, sono ulteriori ambiti di collaborazione individuati all’interno del protocollo. L’analisi periodica dei dati dei registri porterà di conseguenza anche alla chiusura di quelli diventati obsoleti.

Infine, l’accordo prevede la possibilità di formulare proposte per interventi orientati a favorire l’introduzione tempestiva e a garantire l’accesso a farmaci veramente innovativi in tutto il territorio nazionale.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *