Aggressioni ai medici, il presidente dei chirurghi De Paolis: “Clima pesante, servono segnali forti”

paolo-de-paolis-molinette-torino

Dott. Paolo De Paolis

Milano, 25 maggio 2019 – “Le aggressioni in corsia nei confronti di medici e personale infermieristico sono in aumento. Tra gli addetti ai lavori c’è preoccupazione e timore. Un clima pesante alimentato da una sorta di cultura del sospetto che si è consolidata nel corso degli anni. Si è ribaltato di fatto il paradigma del medico al servizio del paziente e sono state gettate pesanti ombre sulla buonafede e la professionalità di tutta la categoria”. Lo sostiene il presidente della Società Italiana di Chirurgia dottor Paolo De Paolis.

“La sacralità dell’ospedale – continua De Paolis – è stata violata con sempre maggiore insistenza negli ultimi mesi, si è arrivati addirittura a sparare in un pronto soccorso, ed è quindi necessario intervenire. Affrontare il problema è diventato una priorità, è arrivato il momento di dare segnali forti”.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>