Aggressione a medico dell’ospedale Ingrassia di Palermo, Ugs Medici: “Inaccettabile! Chiediamo più sicurezza”

logo-confintesa-ugs-medici

medico-e-assistente-in-corsia

Palermo, 25 marzo 2019 – “Capiamo il dolore dei familiari per la perdita di un caro, ma resta inaccettabile ogni forma di violenza verso gli operatori della sanità, che essi siano medici, infermieri o facenti parte del personale amministrativo. Confintesa UGS-Medici chiede provvedimenti urgenti per ridimensionare e debellare un fenomeno che va sempre più in crescendo e che ci fa capire come la gente abbia poca cognizione del lavoro di un sanitario, in questo caso un medico” dichiara così il Segretario Provinciale di Confintesa UGS-Medici, Renato Agugliaro, riguardo il caso di aggressione, dopo la morte di un’anziana donna, ai danni del medico di guardia all’ospedale Ingrassia di Palermo, da parte dei parenti della donna.

“Oltre a chiedere più sicurezza negli ospedali chiediamo campagne di sensibilizzazione verso dei lavoratori, che con zelo ed abnegazione, ogni giorno si prodigano alla cura della salute di tutti noi” conclude Renato Agugliaro.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>