A Lampedusa anestesisti e neonatologi dell’Aou pisana fanno scuola sulla medicina in area critica

logo-aou-pisana

medico-cartellina-2

Pisa, 21 maggio 2018 – In questi giorni, fino al 26 maggio, si tiene a Lampedusa, all’aeroporto (Contrada Cala Francese), il corso di formazione della SIAARTI Academy-Società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva. Per l’Aou pisana partecipano il prof. Francesco Forfori, per la sessione riguardante l’Ecografia efast ossia l’utilizzo dell’ultrasonografia in area critica al letto del paziente, per rispondere in maniera esaustiva a un quesito diagnostico o per guidare una proceduta interventistica.

La sessione riguardante le emergenze ostetriche neonatali sarà invece curata da due neonatologi nonché istruttori del “Centro Nina” dell’Aou pisana: il dott. Armando Cuttano (responsabile del Centro) e il dott. Emilio Sigali, che effettueranno formazione attraverso la simulazione di scenari complessi che possono verificarsi nelle prime ore di vita del neonato critico.

La SIAARTI Academy è nata nel 2017 con lo scopo di offrire un corso della durata di una settimana agli specializzandi in Anestesia e rianimazione delle scuole italiane, per fornire conoscenze avanzate sulla Crem-Critical emergency medicine. Il percorso Crem si fonda su lezioni didattiche interattive, basate principalmente sulla simulazione avanzata, come avviene di routine nel mondo dell’aviazione, e su workshop hands-on.

La tecnologia attuale permette infatti di poter ricreare, con alta fedeltà, condizioni di emergenza/urgenza che possono riguardare il pronto soccorso, la sala operatoria o la sala parto. Già lo scorso anno sono stati selezionati in Italia 100 specializzandi che hanno partecipato alla prima edizione dell’Academy, che si è tenuta sempre sull’isola di Lampedusa.

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>