2016, oltre 1.200 i nati all’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena

logo-aou-senese

Per loro grande festa con mamme, babbi, nonne, zii e tutti i professionisti del Dipartimento Materno-Infantile

festa-nati-siena-2016Siena, 16 dicembre 2016 – Sono oltre 1.200 i bambini nati a Siena nel 2016 e, proprio per loro e per le loro famiglie, si è svolta una festa organizzata dal prof. Felice Petraglia, direttore UOC Ostetricia e Ginecologia dell’AOU Senese. All’evento hanno partecipato mamme, babbi, nonni, zii e tutte le persone che hanno vissuto con entusiasmo e commozione il lieto evento della nascita. Presenti anche tutti gli operatori del Dipartimento Materno-Infantile che contribuiscono a rendere unico questo evento speciale: infermieri, ostetriche e tutti i professionisti della Terapia Intensiva Neonatale, Pediatria Neonatale e Chirurgia Pediatrica.

“All’inizio del nuovo millennio ci siamo abituati a viaggiare su numeri superiori, che si sono gradualmente ridotti a Siena come in tutta la Toscana. Nel 2016 abbiamo avuto una riduzione delle nascite, un fenomeno che riflette ciò che accade a livello nazionale: per una serie di motivi, soprattutto di natura economico-sociale, si fanno meno figli. Tale andamento, che ha mostrato i primi segnali nel 2013-2014, si è consolidato negli ultimi due anni”.

Di particolare rilievo il ruolo che ha svolto la “Casa Accoglienza” della Fondazione Danilo Nannini, situata al piano 0 del 4° lotto del policlinico Santa Maria alle Scotte. La struttura è operativa dal 18 aprile 2016 e ha l’obiettivo di garantire una permanenza gratuita alle mamme dei bambini nati prematuri o affetti da gravi patologie. Dal 18 aprile del 2016, giorno di attivazione del servizio, sono 134 le mamme che sono state accolte, per un totale di 1395 giorni di ricovero.

fonte: ufficio stampa

Salva come PDF
Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista.

Potrebbe anche interessarti...

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>